Scritto Luned́ 10 dicembre 2018 alle 09:26

Il Panathlon Lecco chiude l'anno del 50°. Una serata da ricordare nel maggio 1962

Il tradizionale appuntamento della conviviale natalizia del Panathlon Club Lecco, che avrà luogo nella serata di martedì 11 dicembre, alle 19.30, presso l’hotel Pontevecchio di Lecco, assume quest’anno particolare significato perché conclude i festeggiamenti per i 50 anni del club lecchese.


Prima pagina del Giornale di Lecco del maggio 1962

Il Panathlon Club Lecco nacque ufficialmente il 16 dicembre 1968, staccandosi dagli amici di Como, che avevano già organizzato iniziative nel nostro territorio: si presenta, infatti, sul ramo manzoniano del Lario con l’importante serata di mercoledì 9 maggio 1962, presso l’hotel Il Griso di Malgrate che, come risulta dagli inviti diramati, risulta organizzata dall’allora presidente del Panathlon Club Como Luigi Carlo Clerici. Il programma prevedeva l’intervento del cav. Guido Siliprandi, commissario tecnico della Federazione Italiana di Canottaggio, che avrebbe parlato sul tema “Evoluzione tecnica del canottaggio negli ultimi dieci anni”. Divenne, invece, una passerella di presentazione del Panathlon Club in generale, alla presenza delle maggiori autorità cittadine, tanto da meritare un titolo di prima pagina su 4 colonne dal Giornale di Lecco di lunedì 14 maggio 1962. Il menzionato settimanale mise in risalto che la riunione tenuta al Griso dal Panathlon aveva affrontato il problema della necessità di avere una piscina coperta a Lecco, nel solco delle tradizioni agonistiche delle “ondine” blucelesti della Canottieri, che un decennio prima avevano conquistato titoli e primati, non avendo rivali in Italia, con la formazione guidata da Wilma Francoletti e Nucci Solari.


Il giornalista Aronne Anghileri

Alla serata Panathlon era intervenuto Aronne Anghileri, lecchese, già nota firma della Gazzetta dello Sport, in particolare per il nuoto, che era stato il direttore tecnico delle “ondine” della Canottieri, tante volte vittoriose negli anni ’50. E’ stato lui che, come ha scritto il Giornale di Lecco, “in un breve quanto efficace intervento mise in evidenza la necessità di possedere una piscina coperta”. La cronaca della serata evidenzia che la riunione mensile del Panathlon Club di Como, “portatosi per l’occasione a Lecco, aveva assunto un tono particolare con l’intervento del presidente internazionale comm. Aldo Mairano. Nel prendere la parola quest'ultimo, genovese di adozione, ricordò che, con molto piacere, era tornato a Lecco dove, 50 anni prima, nel Collegio Volta aveva compiuto gli studi elementari e medi. Il comm. Mairano, che prima di ricoprire la carica di presidente internazionale del Panathlon è stato alla guida della Federazione Italiana di Pallacanestro ed esponente nazionale del CONI, dichiarò che tornando nel lecchese aveva voluto rivedere i luoghi e le contrade della sua prima infanzia e giovinezza e rese pubblico merito al presidente di Como, Luigi Carlo Clerici, per la serata organizzata a Lecco.


Millo Rusconi e Vasco Cocchi

Al Griso erano presenti il sindaco di Lecco Angelo Bonaiti, il vice sindaco Alessandro Rusconi, il presidente Azienda Turismo Gianni Discacciati, l’assessore allo sport Renato Corbetta, il presidente della Canottieri Lecco Ambrogio Rossi, con il vice Sergio Comi, il presidente del Panathlon Club di Varese Gianfranco Moroni, con il segretario Giovanni Gorio e numerose altre personalità. All’ultimo momento, è sempre scritto nella cronaca della serata, non ha potuto intervenire al convivio il vice presidente del Panathlon internazionale col. Avv. Demetrio Balestra.


Riccardo Benedetti e Marco Cariboni

La relazione ufficiale, come annunciato dal programma di invito, venne tenuta “con rara competenza – come si può leggere sempre dalla cronaca – dal cav. Guido Siliprandi, commissario tecnico della Federazione italiana di canottaggio”; passò, però, in seconda linea perché l’intervento di Aronne Anghileri sulla piscina coperta trascinò nel dibattito diverse autorità presenti su un problema sentito dalla cittadinanza locale e del vicino territorio. Il Panathlon di Lecco è nato, invece ufficialmente il 16 dicembre 1968, con primo presidente Millo Rusconi, noto imprenditore, già numero uno dell’Unione Industriali Lecchesi, da sempre nella Canottieri Lecco, in particolare come appassionato di vela. Una delle prime serate del neonato Club vide la relazione del socio dott. Vasco Cocchi, conosciuto come il medico dei rocciatori, che parlò della medicina in montagna.


Lo stemma Panathlon alla Canottieri Lecco

Ora il Panathlon Lecco è giunto al traguardo del 50° con il presidente Riccardo Benedetti e con il club che ha trovato sede alla Canottieri grazie all’ospitalità del presidente Marco Cariboni. Il Consiglio Direttivo è composto da Piera Tocchetti, Maria Venturini, Simona Arrigoni, Luigi Baggioli, Marco Cariboni, Augusto Teli, Ruggiero Lietti, Francesco Calvetti, Dario Righetti ed Alfredo Redaelli.
Auguri per altri 50 anni ed oltre.
Aloisio Bonfanti
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
Print Friendly and PDF