Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 68.357.957
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 30 luglio 2014 alle 08:33

Cremeno, Nava:''Faremo il possibile come Regione''

“La voragine che si è aperta a Cremeno all’incrocio tra via Roma e via Milano rischia di essere un primo grave esempio dei danni per i territori derivanti dai tagli agli enti locali effettuati dal Governo”. 
L’impietosa analisi è di Daniele Nava - sottosegretario alle Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione della Regione Lombardia – che questa mattina ha effettuato un sopralluogo nel comune valsassinese con il sindaco Pierluigi Invernizzi, il questore di Lecco Alberto Francini, i vigili del fuoco, il dirigente dello Ster Faustino Bertinotti, i tecnici comunali e l’ingegnere della Provincia Angelo Valsecchi.
“Una prima stima dei costi per il ripristino della carreggiata ammonta a circa 500.000 euro – spiega Nava – La strada è di competenza provinciale ma Villa Locatelli non ha i fondi necessari per provvedere”. Nava ha quindi immediatamente preso la via di Milano per illustrare la situazione al presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni e alla collega di Giunta Simona Bordonali, competente per la partita, i cui uffici stanno valutando il problema.
“Trovare il modo di intervenire per Regione Lombardia non è affatto semplice per questione di competenze – chiarisce Nava – Ma ci stiamo lavorando con impegno”.
Amara la conclusione del sottosegretario: “Il Governo centrale toglie i fondi alle province e questi sono i risultati! Come Regione Lombardia faremo la nostra parte, ma chiaramente queste riorganizzazioni istituzionali stanno portando pessimi risultati purtroppo ampiamente annunciati da più parti”.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco