Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 57.305.155
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 22 agosto 2016 alle 08:37

Calolzio: la Sagra di San Rocco si chiude con la 'Camminata dell'Amicizia', 80 al via

Si è conclusa domenica sera la tradizionale Sagra di San Rocco a Sopracornola (Calolzio) che da venerdì 12 ha animato la frazione con cucina, concerti, iniziative e momenti religiosi.
In mattinata protagonista è stato lo sport con la “Camminata dell’Amicizia”: alla sua settima edizione è diventata un appuntamento irrinunciabile per Sopracornola e non solo. Una corsa aperta a tutti tra i sentieri e i boschi di Calolzio, Sogno, Colle e Carenno, un percorso adatto a chi è più allenato (i più veloci hanno tagliato il traguardo in meno di 45 minuti) e anche a chi invece preferisce andare con più calma e godersi il tracciato.

Oltre 80 i partecipanti che dalle 8.30 hanno iniziato a riunirsi nel piazzale della chiesa: famiglie con bimbi e cagnolini al seguito, appassionati, runners, giovani e meno giovani. Tra di loro anche gli atleti della Gef Dinamo di Foppenico con il presidente Giovanni Losa.
La nebbia che inizialmente copriva la vista a Sopracornola – dopo un sabato piovoso - si è pian piano diradata lasciando spazio a un cielo terso, che accompagnato la camminata.
Alle 9.30 il gruppo è partito, sotto lo sguardo dello storico parroco di Sopracornola don Marco Bottazzoli – classe 1930 – che ha voluto salutare i partecipanti al via.

La camminata dell’amicizia è stata l’ultimo appuntamento della Sagra di Sopracornola e che anche quest’anno si è rivelata un grande successo: “Dopo due anni in cui il maltempo l’ha fatta da padrona, quest’anno è andata davvero benissimo. Solo sabato sera la pioggia ci ha impedito di proporre musica dal vivo ma non ha fermato i tanti visitatori che sono comunque arrivati a Sopracornola per gustare i nostri piatti, godendo della nostra vista sulla Val San Martino” ci ha spiegato Roberto Tocchetti, uno degli organizzatori.
Una scommessa vinta per tutta la frazione che si è letteralmente rimboccata le maniche: sono stati una cinquantina i volontari che si sono alternati in cucina e tra i tavoli, rendendo possibile anche l’edizione 2016. Tra i momenti più importanti c’è stata sicuramente la tradizionale festività di San Rocco, il 16 agosto, con la Santa Messa e la processione dell’effige del patrono al pomeriggio.
P.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco