Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 22.239.167
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 30 settembre 2016 alle 10:28

Civate: 498 fotografie per narrare la storia di un'azienda e del paese stesso. Presentato il volume sulla Star-Black & Decker

Una storia di successo, di un successo frutto di determinazione, passione, dinamismo ed entusiasmo ad ogni livello, di una piccola eccellenza italiana che ha scandito per decenni i ritmi di vita di un'intera comunità.
È stato presentato nella serata di ieri, giovedì 29 settembre, presso la sala civica di Civate, in Villa Canali, il libro "Star - Black & Decker a Civate 1945-1998. Un'azienda, un paese, una storia", scritto da Carlo Castagna e edito da Teka Edizioni per ripercorrere - e soprattutto tramandare alle giovani generazioni - la gloriosa storia di un'impresa che ha fortemente influenzato l'economia e la vita sociale del nostro territorio, ma non solo, per più di 50 anni.



Da sinistra il sindaco di Civate, l'autore del libro, Carlo Castagna, Mariangela Tentori, di Teka Edizioni

"L'idea di un volume sulla Star - Black & Decker è nata poco più di due anni fa, quando un bambino di terza elementare, durante un incontro a scuola, mi ha chiesto che cosa fosse quell'enorme area, attualmente desolata, che un tempo ospitava l'azienda" ha affermato il sindaco di Civate, Baldassare Mauri. "Questo libro - di cui personalmente vado molto orgoglioso - è frutto di due anni di intenso lavoro, che hanno portato il nostro autore a confrontarsi con documenti storici, ricavati dagli archivi comunali e dalla Camera di Commercio di Lecco, ma soprattutto con numerose testimonianze orali, di persone che hanno lavorato all'interno dello stabilimento dal 1945 al 1998, e che sono state le vere protagoniste della storia della Star - Black & Decker. Il mese prossimo verrà bandita un'asta per la vendita dell'area, ad un prezzo base fissato in 2.353.700€: il mio sogno, forse un po' utopico, è che in futuro possa diventare un grande parco a tema, per rispondere alla curiosità dei più piccoli e forse anche di chi, un po' più grande, non ha che il vecchio ricordo di uno stabile tanto triste e desolato, quando denso di storia".
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

"Nel dopoguerra, Civate era ancora un paese prevalentemente agricolo, che aveva come unico esempio di industria quello delle filande, in declino già da molti anni" ha affermato il Professor Carlo Castagna, lo storico autore del libro, in una Villa Canali gremita di persone.



"Da allora, la Star - fondata dall'imprenditore ligure Mario Consigliere - lo trasformò, con la dedizione e la tenacia dei suoi operatori, nella realtà industriale più importante e moderna del territorio, distinguendosi sul mercato italiano non solo per i suoi prodotti, frutto di una tecnologia avanzata, ma anche per un'innovativa politica commerciale. Fin dai suoi primi anni di vita, la Star si presentava come una grande famiglia, più che come una semplice azienda: non mancavano mai i momenti di socializzazione e di convivialità tra tutti i dipendenti, ad ogni livello, e Mario Consigliere riuscì fin da subito ad inserirsi armonicamente nel tessuto sociale di Civate, promuovendo, ad esempio, la ricostruzione del monumento ai caduti. Risale al 1954 l'inaugurazione della nuova sede di Molteno dell'azienda, alla presenza di Ugo La Malfa, mentre nel 1961 la Star venne ceduta alla Black & Decker, fondata a Baltimora nel 1910 e già da anni impegnata nel progetto spaziale americano".



Aldo Fortunato e Antonio Colombo della Colombo Costruzioni

Nonostante la cessione, Mario Consigliere non si allontanò mai dalla sua Star, presenziando in prima persona a ciascuna delle cerimonie annuali organizzate a partire dal 1972 per la premiazione delle maestranze più fedeli dell'impresa, momenti di grande festa che contribuirono a rinsaldare il suo legame con il territorio. E tuttora, a oltre 30 anni di distanza, sono proprio questi ultimi appuntamenti - insieme con i ritrovi conviviali, come il "Family Day" - ad essere ricordati con più affetto dagli ex dipendenti della Star - Black & Decker, molti dei quali non hanno voluto mancare alla prima presentazione ufficiale del libro dedicata alla sua - o meglio, alla loro - storia, ripercorrendo insieme all'autore tutti i momenti immortalati dalle fotografie d'epoca.
"L'azienda ha vissuto il suo boom economico - corrispondente all'ampliamento dello stabilimento, realizzato per la maggior parte dall'Impresa Colombo Costruzioni di Lecco - grazie all'innovazione tecnologica del "doppio isolamento" sulla strumentazione prodotta, in linea con la normativa europea in corso di definizione" ha proseguito Carlo Castagna. "Fino al 1985, la dirigenza tutta italiana ha garantito lo sviluppo dei prodotti, destinati all'edilizia e al fai-da-te domestico, ma le variazioni del mercato internazionale hanno portato in seguito ad un lento declino, fino alla chiusura nel 1998 della sede lecchese. Si può dire che la parabola discendente della Star - Black & Decker abbia toccato il suo punto più basso nel 2014, con la demolizione definitiva dello stabile, immortalata da tristi immagini che testimoniano la vera fine di un'epoca".



In 280 pagine, con la bellezza di 498 foto, il volume di Carlo Castagna si presenta quindi come "il piccolo riassunto di un'enorme realtà, una raccolta di aneddoti e di testimonianze di vita vissuta, di documenti emersi da una ricerca appassionante, che ha riportato alla luce un passato fatto di successi, conquiste e grandi soddisfazioni".
"Questo libro può essere a buon diritto anche un vero e proprio manuale per futuri imprenditori" ha commentato infine Aldo Fortunato, della Star - Black & Decker. "La nostra azienda non aveva formule magiche, semplicemente ogni suo progetto era il risultato di un lavoro corale di tutti i suoi dipendenti, che agivano sull'onda della passione e dell'entusiasmo per la propria attività; da non dimenticare, ovviamente, la fondamentale figura di Mario Consigliere, a cui va tutta la nostra riconoscenza, unitamente ai tre "giganti" inglesi Appleby, Bloomer e Fiedler, meritevoli della straordinaria espansione dell'azienda. La Star - Black & Decker non esiste più, è vero, ma in compenso restano i ricordi, da trasmettere e diffondere tra le nuove generazioni".
Il ricavato delle vendite del libro "Star - Black & Decker a Civate 1945-1998. Un'azienda, un paese, una storia" verrà devoluto in beneficenza a favore delle associazioni di Civate. La serata di presentazione del volume sarà inoltre replicata lunedì 10 ottobre, a partire dalle 18.00, presso la sala convegni Ance di via Achille Grandi 9 a Lecco.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco