Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 67.833.237
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 10 ottobre 2016 alle 13:50

Manzoni: si presenta il progetto sulla depressione post-partum

Un punto informativo in cui conoscere e chiedere informazioni sul progetto, attivo presso l’ospedale Manzoni di Lecco da maggio 2015, dedicato all’individuazione e al trattamento precoce della depressione in gravidanza e nel post-partum.
È stato promosso nella mattinata di oggi, lunedì 10 ottobre, nella hall di ingresso del nosocomio lecchese, e sarà riproposto giovedì 13 ottobre dalle 9.30 alle 12.30.
Presenti la dottoressa Cinzia Galletti, psicologa, e la signora Francesca Fiocchi dell’Associazione Progetto Itaca, che lo ha reso possibile in collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale.

La dottoressa Cinzia Galletti e la signora Francesca Fiocchi

L’iniziativa di questa settimana è stata organizzata in occasione di “Donne e salute mentale: terza edizione dell’H-open day” promossa da O.N.Da. (l’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna).
“Forniamo alle persone informazioni sulle attività promosse al fine di prevenire e trattare questa problematica. Attualmente il progetto è attivo presso l’ospedale di Lecco e, a seguito del primo anno di sperimentazione, ha ottenuto i finanziamenti per poter proseguire” ha spiegato la dottoressa Galletti. “L’obiettivo è quello di partire a gennaio anche all’ospedale Mandic di Merate”.
Alle future mamme che frequentano il corso pre-parto in ospedale viene proposto un questionario – utilizzato a livello internazionale – con domande specifiche in grado di evidenziare un eventuale disagio personale. “Viene loro chiesto di descrivere le proprie sensazioni, se hanno preoccupazioni particolari o tali, ad esempio, da disturbare il sonno. In caso le risposte diano un esito positivo, le donne vengono in prese in carico e affrontano un primo colloquio con me” ha spiegato la psicologa.
Lo screening viene proposto alle neo mamme in degenza e quando tornano in ospedale per l’ecografia alle anche.
“Da maggio 2015 a fine agosto 2016 abbiamo coinvolto 2.200 donne. 2.149 hanno risposto alle domande, e 183 questionari hanno dato esito positivo. 102 mamme sono state prese in carico, e per il 10% circa di queste si è reso necessario anche un trattamento di tipo farmacologico. La dottoressa Claudia Martorelli, psichiatra, segue il progetto per quanto riguarda questa fase in particolare. Le altre hanno invece affrontato una serie di colloqui con la psicologa, e questo si è rivelato sufficiente a uperare efficacemente il problema". 
Affrontare la depressione in gravidanza e post partum è possibile, a partire dalla prevenzione.
Per maggiori informazioni è possibile incontrare le referenti del progetto giovedì mattina nella hall dell’ospedale Manzoni, oppure scrivere a cr.galletti@asst-lecco.it, o chiamare il numero 0341-253377
Articoli correlati:
23.09.2016 - Manzoni, prevenzione depressione post-partum: in 15 mesi prese in carico 102 neomamme. L'ASST investe 10.000 euro
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco