Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 25.807.649
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 08 gennaio 2017 alle 15:23

Calolzio: allo scout Felice Tentori la Targa della solidarietà alpina, per il suo impegno

Gli Alpini di Calolzio hanno premiato Felice Tentori che questa mattina – durante l’assemblea annuale del gruppo - ha ricevuto la “Targa della Solidarietà Alpina”, il riconoscimento che ogni anno le Penne Nere attribuiscono a chi, in città, ha lavorato per il volontariato e la solidarietà. E Felice Tentori è uno di questi.

La consegna del riconoscimento

Il suo nome si lega in particolare all’esperienza del Gruppo Scout attivo tra il 1945 e gli anni ’60 di cui è stato una delle anime e delle colonne portanti, insieme al fondatore Mario Rebosi (indutriale che a Calolzio aveva una villa) e ad Ambrogio Acerboni.
“Felice Tentori ha dedicato la sua vita agli altri. Attraverso gli scout a saputo trasmettere grandi valori ai ragazzi di Calolzio. E’ stata un’esperienza di vita che ha saputo lasciare il segno. Felice ne è stato uno dei protagonisti contribuendo in prima persona alla costruzione della sede, nei pressi del campo da calcio dell’oratorio” ha sottolineato il capogruppo Gian Luigi Marchetti.
Oggi anche gli Alpini della Val San Martino organizzano da 2 anni a questa parte un campo scuola di una settimana dedicato ai ragazzini che possono vivere a contatto con la natura, imparando dal vivo il rispetto dell’ambiente e il senso dell’amicizia e della convivenza.
Un’esperienza che quest’anno si riproporrà a Erve e che si lega con il mondo dello scoutismo, con cui condivide la vita all’aria aperta e la voglia di offrire un modello educativo.
Nel 1970 Felice Tentori è stato anche tra i fondatori dei “Volontari del Soccorso”. La sua firma è presente sull’atto di nascita dell’associazione insieme a quella degli altri componenti che diedero il via a quella che negli anni è diventata una delle più importanti realtà calolziesi: Cosimo De Franco, Renato Dalla Vecchia, Vittorio Brambilla, Giuseppe Dalla Vecchia, Natalia Vanetti, Claudio Carleo, Piera Losa, Andreina Burini, Giorgio Morandi, Ferdinando Malighetti, Vladimiro Dozio, Lionella Longhi, Roberto Mazzoleni.

La decisione di iniziare il cammino dei Volontari, che inizialmente avevano la sede in via Fratelli Bonacina dove oggi si trovano gli uffici dell’Aci, venne presa dopo la tragica scomparsa di un cittadino spirato proprio sull'automobile dove era stato caricato alla ricerca dei soccorsi.
Felice Tentori è un Alpino ed è stato anche una delle prime Guardie Ecologiche in servizio sul territorio.
La targa è stata consegnata, come si legge sulla stessa, “Con amicizia e stima, per l’impegno costante verso gli altri”.
“E’ per me un grande onore ricevere questo riconoscimento, che mi ha reso felicissimo. Quando me l’hanno annunciato ho rischiato di prendere “un colpo” per la sorpresa che mi hanno fatto!” ha commentato Tentori. “L’esperienza dello Scoutismo a Calolzio è stata una semina che nel tempo ha dato frutti importanti e che non dobbiamo dimenticare. I ragazzi di oggi vengono educati da cellulare e computer ma il modello degli Scout è una realtà educativa di grande spessore, che insegna in tutto il mondo l’importanza e i sentimenti della convivenza”.
P.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco