Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 22.137.502
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 09 gennaio 2017 alle 15:59

Tino Magni: 'Democrazia è Partecipazione non sarà la stampella del PD'

Tino Magni
"Non faremo la stampella del Pd". E' chiarissimo Tino Magni a nome di "Democrazia è partecipazione", la compagine di sinistra che è riuscita ad aggiudicarsi una poltrona a Villa Locatelli, strappandola proprio alla compagine di maggioranza che si è vista sfilare due posti anche dal centrodestra, rimanendo così con soli 5 rappresentanti e dunque numericamente in minoranza all'interno del consiglio, dove siederanno 3 rappresentanti di "Libertà e Autonomia" e 3 della lista unitaria di Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia.
Sergio Brambilla, alla scorsa tornata elettorale candidato con il Pd e a questo giro uomo di punta di Democrazia è partecipazione, potrebbe essere così - di votazione in votazione - l'ago della bilancia. "Non è un problema nostro se il Pd è rimasto con 5 membri" evidenzia però Magni. "Noi ci siamo presentati con un programma e a quello di atterremo, votando in libertà di volta in volta, senza nessun apparentamento. Devo ringraziare prima di tutto chi ci ha permesso di presentare la lista quando abbiamo raccolto le firme e chi poi ci ha votato. Ribadiamo con forza la necessità di riformare la legge Delrio, tanto che avevamo chiesto perfino la sospensione di queste elezioni. La Provincia deve tornare ad avere un ruolo: bisogna ridagli potere e risorse".

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco