Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 67.727.196
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 15 gennaio 2017 alle 08:06

Garlate: al via la mostra ‘Pop Wire. Segui il filo della moda’, con 9 studentesse lecchesi

È stata inaugurata nel pomeriggio di oggi, sabato 14 gennaio, presso il Museo della Seta Abegg di Garlate, "Pop Wire. Segui il filo della moda", la prima di una serie di mostre e installazioni temporanee ideate e realizzate da giovani dai 14 ai 26 anni e finanziate grazie al progetto "Culture Shock", promosso dalla Cooperativa Sociale Liberi Sogni Onlus in collaborazione con altri enti pubblici del nostro territorio, tra cui il Comune di Garlate.

Alcune delle ragazze che hanno allestito la mostra

Si tratta di una suggestiva esposizione curata da nove ragazze del Dipartimento di Moda dell'Istituto Superiore di Grafica, Moda e Design di Lecco, in cui il visitatore può immergersi in colori, forme, fotografie e musiche appartenenti alla cultura pop contemporanea, in una sperimentazione anche linguistica che pone al centro della propria ricerca la moda e le sue fonti di ispirazione, in questo caso sonore.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):


"Ognuna di noi ha scelto come punto di partenza del suo lavoro una canzone pop o, più in generale, un'artista contemporanea dalla personalità forte, inconfondibile, come Pink, Rihanna e Demi Lovato" hanno spiegato alcune delle ragazze coinvolte nel progetto, guidate dal loro insegnante Michele Bollani. "Il nostro progetto ci ha così portato a realizzare - in linea con il nostro indirizzo di studi - alcune collezioni di costumi, da palcoscenico e non, creati interamente con materiali ecosostenibili, che in parte abbiamo esposto in questa mostra, accanto alle nostre tele: queste ultime, inoltre, sono state affiancate da un paio di cuffie, per dare la possibilità a tutti i visitatori di ascoltare il brano che ne ha ispirato la realizzazione e di immergersi completamente nel mondo del pop".
L'esposizione, così come le prossime iniziative che saranno ospitate presso il Museo della Seta, è stata apprezzata e sostenuta anche dall'Amministrazione Comunale di Garlate.

Teresa, operatrice della Cooperativa Liberi Sogni Onlus, e Diana Nava, assessore alla cultura del Comune di Garlate

"Si tratta di progetti molto interessanti e innovativi, che hanno come veri protagonisti i ragazzi stessi, concretamente impegnati nell'organizzazione delle mostre in ogni dettaglio, dalla gestione degli spazi a disposizione a quella delle risorse economiche" ha affermato l'assessore alla cultura Diana Nava, presente in prima fila all'inaugurazione di "Pop Wire" insieme al vice-sindaco Pierangela Maggi e al consigliere Emanuele Manzoni.
"Tali percorsi rappresentano indubbiamente delle importanti occasioni di crescita e di confronto attivo per i ragazzi, che hanno così la possibilità di collaborare e di lavorare quotidianamente in un "team" per portare a termine un significativo progetto che - vista la location scelta per il suo allestimento, uno dei simboli della nostra comunità - può davvero coinvolgere tutti i cittadini del paese, come recita anche lo slogan del bando Culture Shock, "Il Museo sei Tu!"".

L’ingresso della mostra, al secondo piano del Museo della Seta Abegg

Dopo una visita guidata al Museo della Seta Abegg, con il consigliere Emanuele Manzoni a fare da "cicerone", i presenti hanno finalmente potuto osservare da vicino le opere delle ragazze dell'Istituto Superiore di Grafica, Moda e Design di Lecco, che li hanno accompagnati nel loro primo "tour" tra una tela e l'altra: si tratta di Giulia Betoschi, Camilla Bramani, Elisa Cogliati, Claudia Consonni, Andrea Foti, Martina Galbiati, Giorgia Lievore, Chiara Marigo e Roberta Marino, supportate dal loro insegnante Michele Bollani e da Mirko Levati, un compagno di studi.


L'inaugurazione della mostra "Pop Wire. Segui il filo della moda" - che resterà aperta al Museo della Seta di Garlate fino a domenica 29 gennaio - è stata suggellata da un ricco rinfresco in compagnia, offerto dalle giovani future "stiliste".
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco