Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 59.336.120
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 21 gennaio 2017 alle 17:37

'Continuiamo a spalare neve, non sappiamo fino a quando'. Il grazie di Corno (PC) ai suoi uomini

"Vorrei ringraziare, con tutto il cuore, i dodici volontari che nella serata di mercoledì hanno accettato di partire insieme a me per prestare soccorso alle popolazioni del centro Italia in grave difficoltà: sono stati tutti molto attivi, partecipi e concreti, non si sono mai lamentati di nulla e non hanno mai pronunciato una parola di troppo, nonostante le avversità e gli inevitabili disguidi, causati non da noi, ma da informazioni non sempre precise e attendibili da parte delle autorità competenti, che si sono trovate a gestire una situazione di emergenza senza precedenti".

Sono queste le parole pronunciate nella mattinata di oggi, sabato 21 gennaio, da Massimo Corno, membro del gruppo intercomunale di Protezione Civile di Imbersago che da ormai tre giorni si trova nelle Marche, insieme ad altri dodici volontari del nostro territorio, per aiutare i nostri connazionali in difficoltà a causa delle nuove, violenti scosse di terremoto, che - complice la neve, caduta in proporzioni inaudite - stanno isolando interi paesi di campagna.

"I risultati estremamente positivi e soddisfacenti dei nostri interventi - prima nel minuscolo paese di Ussita e poi in quello di Caldarola, entrambi in "zona rossa" - sono dovuti in buona parte anche al preziosissimo e qualificato supporto di Stefano Acquistapace (uno dei tre "capisquadra", proveniente dalla sezione di Protezione Civile di Colico, ndr.), nonché a quello di Fabio Valsecchi (responsabile del servizio di Protezione Civile della Provincia di Lecco, ndr.), nostro punto di riferimento "a distanza" a qualsiasi ora del giorno e della notte"
ha proseguito Massimo Corno. "Al momento non sappiamo con certezza quanto tempo dovremo ancora trascorrere qui: pare infatti che molti altri volontari provenienti da tutta Italia si stiano mobilitando per raggiungerci, quindi non ci resta che attendere con pazienza le prossime ore, che saranno decisive per capire le nostre prossime mosse. Nel frattempo noi continuiamo a spalare neve senza sosta: siamo qui per fare del nostro meglio, con tutte le nostre risorse, lavorando senza troppi fronzoli".
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):
Articoli correlati:
19.01.2017 - Terremoto: un'intera giornata a spalare neve per liberare le stalle di Ussita per i 13 volontari lecchesi
18.01.2017 - Tredici volontari di Protezione Civile partiti per dare aiuto ai terremotati sotto la neve
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco