Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 28.652.334
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 16 febbraio 2017 alle 15:03

Lecco, presentata l'attività della Polizia locale: 456 incidenti rilevati (in crescita), 30.507 interventi della Cantrale operativa

35.938 sanzioni elevate per violazioni al codice della strada (di cui 24.813 per accesso abusivo alla Ztl), 456 incidenti stradali rilevati, 30.507 interventi da parte della centrale operativa, 324 permessi rilasciati per zone a traffico limitato e aree pedonali urbane. Sono alcuni dei numeri più rappresentativi dell’attività del Corpo di Polizia locale del Comune di Lecco, che entro i confini del  capoluogo di Provincia opera a servizio dei cittadini interfacciandosi costantemente con l’amministrazione comunale e la Prefettura nello svolgimento del proprio incarico.
Nel corso dell’ultimo anno sono aumentati, rispetto ai 12 mesi precedenti, gli incidenti rilevati dalla “PL” mentre le multe risultano in calo.

Da destra Stefano Simeone, Michele Luccisano, Franco Morizio, Virginio Brivio, Francesca Bonacina

Un “grazie” sincero è stato rivolto dall’assessore competente Francesca Bonacina al comandante Franco Morizio e tutti suoi uomini per l’impegno con cui, nonostante i “limiti” dell’organico a disposizione, gestiscono quotidianamente diversi compiti.
Grazie al sistema di videosorveglianza operativo sul territorio e alla stretta collaborazione con altre forze dell’ordine, la Polizia locale comunale è attiva nella prevenzione e repressione della criminalità, una spetto questo sottolineato dal sindaco Virginio Brivio. “Un compito fondamentale degli agenti è quello della sensibilizzazione dei cittadini per un comportamento che garantisca la sicurezza stradale e il decoro. È importante che le persone a loro volta segnalino eventuali problematiche”.
Il Vice Prefetto di Lecco Stefano Simeone ha evidenziato il “modello di eccellenza” costituito dal sistema di videosorveglianza dotato di un sistema di tracciabilità delle targhe installato in città.
“Il numero di reati nel capoluogo è in calo, un esempio è rappresentato dal numero delle rapine (nei negozi, in strada, a bordo di veicoli, in abitazione) passati da 26 del 2015 a 10 nel 2016. L’aspetto della deterrenza è fondamentale, l’uso delle nuove tecnologie (in questo caso lo “scudo”) unito all’operato delle forze dell’ordine ha apportato grandi benefici in questo senso".
Sebbene parte del lavoro degli agenti si svolga all’interno degli uffici e della centrale operativa, il lato “umano” delle persone chiamate quotidianamente a vestire la divisa è stato più volte sottolineato in occasione della presentazione dei dati relativi all’attività del 2016. “Gli agenti di Polizia locale garantiscono assistenza ai cittadini in difficoltà, nonostante il blocco delle assunzioni questi numeri dimostrano che il presidio sul territorio è reale” è stato il commento del  segretario generale Michele Luccisano.

Franco Morizio, Michele Luccisano, Stefano Simeone

Rientra in questo ambito la rilevazione dei sinistri stradali, un’attività su cui è stato il comandante Franco Morizio a offrire un “focus” ricordando altresì l’esperienza degli agenti nei luoghi colpiti dal sisma e l’attività di informazione che si svolge nelle scuole.
Sono 456 gli incidenti stradali rilevati a Lecco nel 2016, un dato in crescita rispetto al 2015 (erano 387) e al 2014 (418). “Questo non significa che si sono verificati più sinistri, ma che siamo riusciti a rilevarne di più” ha specificato Morizio, rilevando come le strade maggiormente “a rischio”in questo senso siano Corso Martiri della Liberazione, Via Xi Febbraio e Lungolario Isonzo.

“In queste zone servono interventi viabilistici mirati per limitare la pericolosità” ha spiegato il comandante della Polizia locale lecchese, che ha evidenziato come nei sinistri rilevati siano rimaste coinvolte 1.023 persone, di cui 214 feriti (9 finiti in ospedale in prognosi riservata).

Degli incidenti rilevati 280 sono stati senza feriti, 168 hanno invece cagionato conseguenza alle persone coinvolte.
La maggior parte di questi eventi si sono verificati con tempo sereno (323, a fronte di 70 con pioggia e 60 con cielo coperto), concentrati principalmente nelle fasce orarie delle 11.00 del mattino e delle 16.00 di pomeriggio

Risultano maggiormente coinvolte le persone oltre i 50 anni di età, principalmente conducenti a bordo di automobili. “Sono 51 i pedoni, abbiamo riscontrato un’elevata distrazione di conducenti”.

“Benchè spesso si affermi il contrario, in città sono stati maggiormente gli uomini ad essere coinvolti in incidenti stradali, 621 contro 402 donne” ha evidenziato Morizio, che ha spiegato come i mesi più ricchi di sinistri siano stati ottobre e maggio in cui si sono superati i 50 episodi.
860 sono gli italiani coinvolti, seguiti da marocchini (19), albanesi (16), romeni (12). Il giorno della settimana in cui si verificano più incidenti è il mercoledì.
Fondamentale nell’attività della Polizia locale di Lecco risulta il ruolo della Centrale Operativa. Nel corso del 2016 sono stati ben 30.507 le azioni promosse, tra cui 15.809 per fornire informazioni e 4.957 interventi.

“Si tratta di un’attività in crescita rispetto al 2015, quando abbiamo registrato 27.663 attività. La videosorveglianza urbana nello specifico ci ha visto in azione con 221 richieste di visualizzazione delle riprese, di cui 94 si sono rivelate utili alle indagini per la Polizia locale” ha spiegato Morizio. “Il sistema di tracciabilità targhe ha fornito informazioni in 45 casi, di cui 25 significative ai fini di indagini. Il nostro sistema è collegato con la centrale operativa di Carabinieri e Questura”.
A Maggianico saranno installate 8 muove telecamere e tra le zone “sensibili” nelle quali sono state segnalate attività illecite nell’ambito dello spaccio di sostanze stupefacenti rientrano Via alla Fonte, Via San Rocco e il parco di Villa Gomez, unitamente a Piazza Affari.
“Gli operatori della Polizia locale lavorano “in trincea” ogni giorno nonostante le scarse risorse, la strategia di azione sul territorio si attua attraverso un’attività di controllo ai fini della sicurezza e la promozione di una cultura di impegno civile. Continueremo a lavorare  nello sviluppo delle tecnologie affiancate all’impegno del personale, accanto ai “presidi informali” costituiti dalle persone che vivono e lavorano in città” ha spiegato il vice sindaco Bonacina. “Il contesto è in continua trasformazione e servono strumenti sempre nuovi in grado di adattarsi a tali cambiamenti”.
A Lecco sono in azione 45 operatori in divisa, 20 addetti al pronto intervento attivo dalle 7.00 alle 24.00 per 365 giorni all’anno, 5 ufficiali, 5 operatori radio, 10 dipendenti amministrativi grazie ai quali gli agenti possono essere maggiormente presenti sulle strade. Un dato confermato dai dati presentati.
R.R.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco