Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 25.898.537
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 16 febbraio 2017 alle 23:00

Sinistra Lavoro: siamo messi davvero male

AL SINDACO DI CA
LOLZIOCORTE
AI CAPIGRUPPO CONSILIARI DI CALOLZIO

Gentile signor Sindaco e gentili Capigruppo consiliari,
una dipendente comunale, per quel che è dato  sapere da alcuni mezzi di comunicazione, si sarebbe macchiata di grave colpa per aver indicato - anche se non strettamente attinente al vero - in un’assemblea di genitori che discutevano di scuola il nome dell’assessore comunale che avrebbe disposto la defissione di uno striscione appeso fuori ad una scuola.
Siamo messi davvero male, allorquando si arriva al punto di stigmatizzare con un provvedimento disciplinare una lavoratrice, che prima di tutto è una mamma, solo perchè si è fatta carico di una problematica di interesse collettivo, difendendo la scuola pubblica non solo del suo bambino, ma anche  di altri bambini.
Il diritto dovere di informare a tutto campo deve essere sempre garantito, quando c’è di mezzo un interesse collettivo – come la scuola in questo caso – senza censure e rappresaglie.
L’amministrazione ha diversamente scelto di giocare pesante adottando un provvedimento a dir poco fuori luogo, senza tener conto dei diritti e delle prerogative, anche fortemente critiche di chi, suo malgrado, viene coinvolto come genitore in progetti di riordino degli edifici scolastici.
In questo specifico e circoscritto caso, con l’avvio della contestazione alla dipendente, l’Amministrazione ha evidenziato, anche se non ce n’era assolutamente bisogno, un clima plumbeo  in cui viene a trovarsi.
CHIEDIAMO IL RITIRO DI QUESTO PROVVEDIMENTO DISCIPLINARE NEI CONFRONTI DELLA DIPENDENTE.
Ciò aiuterebbe a saldare il debito contratto in termini di rispetto, trasparenza, impegno democratico e civile con tutti i genitori degli alunni e di quei cittadini che, anche con critiche aspre, si sentono impegnati sul terreno di una Calolziocorte dove viverci possa esser sempre più una scelta felice per tutti.

Restando in attesa, si porgono saluti.
                                                                                                                G.Carlo Bandinelli
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco