Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 31.361.705
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 17 febbraio 2017 alle 11:47

I componenti di Insieme per Pescate non accettano la nomina, cc senza minoranza

I tre componenti del gruppo politico "Insieme per Pescate" che avrebbero dovuto occupare il posto lasciato libero da Enrico Valsecchi, Claudio Oddo e Massimo Conti, in base ai voti ricevuti in occasione della scorsa tornata elettorale, non hanno accettato la nomina al ruolo di consiglieri comunali. La loro risposta è stata riportata in assise nella serata di giovedì 16 febbraio, convocata appositamente per la surroga dei dimissionari, i quali avevano preannunciato al sindaco l'intenzione comune dell'intero gruppo di non ricoprire tale incarico.

A sinistra i posti della minoranza rimasti vuoti


"Con tre comunicazioni distinte i consiglieri hanno rassegnato le proprie dimissioni dalla loro carica. Esprimo pubblicamente il mio rammarico per la fine della loro esperienza e li ringrazio per il contributo a servizio del paese" ha detto Dante De Capitani in apertura del consiglio.
Ettore Paganoni, Vito Nasatti e Vittoria Di Maria, come ha spiegato il primo cittadino, non hanno accettato la nomina rimanendo fedeli alla linea politica decisa dal gruppo.

Il sindaco Dante De Capitani e il vice sindaco Miriam Lombardi


L'ex sindaco Enrico Valsecchi, Claudio Oddo e Massimo Conti hanno presentato le proprie dimissioni dopo aver ricevuto "lettere di legali inerenti un presunto reato di diffamazione nei confronti di un componente di maggioranza", come spiegato in un comunicato a loro firma, nonché "una mail intimidatoria e minacciosa, da parte del capogruppo di maggioranza" alla richiesta di chiarimenti in merito ad un verbale di una commissione comunale, lamentando in generale un clima politico poco sereno che non consentirebbe loro di esprimersi liberamente.

I consiglieri di maggioranza


Affermazione, quest'ultima, cui ha risposto il sindaco evidenziando come a Pescate "tutti i consiglieri sono liberi di esprimere le loro opinioni e di esternare le proprie valutazioni su qualsiasi fatto od argomento" e "il fatto che alcuni esponenti di maggioranza abbiano svolto o stiano per svolgere i passi che la legge consente per tutelare le loro persone, non può essere motivo per evidenziare attacchi alla libera espressione o addirittura alla democrazia".


I componenti della Commissione in questione hanno a loro volta smentito quanto da loro affermato sullo scambio di mail intercorso.
Nella serata di ieri nessun componente del gruppo politico di minoranza si è presentato in consiglio. La nomina a ricoprire l'incarico sarà inviata agli altri esponenti di "Insieme per Pescate" per la surroga, ma appare ormai certo che il mandato di De Capitani proseguirà senza alcun "contraddittorio" in assise.
Articoli correlati:
10.02.2017 - Pescate: alcuni chiarimenti sulle affermazioni rese dal gruppo di minoranza dimissionario
09.02.2017 - Pescate, il sindaco risponde alla minoranza dimissionaria. ''Consiglieri liberi di esprimersi''
08.02.2017 - Insieme per Pescate: ''lasciamo il consiglio, non possiamo più esprimerci liberamente''
08.02.2017 - Pescate: la minoranza consiliare si dimette. In “forse” la presenza del gruppo in assise
R.R.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco