Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 29.798.213
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 17 marzo 2017 alle 15:57

Calolzio: nessuna sanzione per ''mamma Sonia", il procedimento è stato archiviato

Un momento del flash mob a sostegno della lavoratrice
E’ stato definitivamente archiviato il procedimento disciplinare a “mamma Sonia”, la dipendente comunale di Calolziocorte nei confronti della quale era stata aperta una “inchiesta” per alcuni interventi fatti durante un’assemblea pubblica sul piano di riforma scolastica. L’iter oggi si è concluso senza sanzioni, sospensioni o altro.
Mamma Sonia, dopo aver ricevuto la contestazione iniziale con la comunicazione di apertura del procedimento disciplinare, aveva risposto depositando le sue memorie difensive e portando anche le testimonianze di alcuni presenti dall’assemblea incriminata. Si era anche fatta assistere dall’avvocato Alberto Anghileri che fin da subito aveva sottolineato come – a suo giudizio – il fatto contestato non sussistesse e come il procedimento avesse una serie di vizi di forma.
Nel caso in cui alla dipendente fosse stata irrogata un provvedimento, il legale sarebbe ricorso in Appello.
Ma non ce ne sarà bisogno, il caso è stato chiuso.
Sonia, in queste settimane, ha ricevuto il sostegno di genitori, sigle sindacali e delle opposizioni, tanto dalla Lega Nord quanto dalla Casa delle Sinistre. Come si ricorderà, è stato organizzato anche un flash-mob di fronte al Municipio per difendere la dipendente e il suo diritto di potersi esprimere liberamente e anche di criticare, peraltro al di fuori dell’orario di lavoro, il piano di riorganizzazione scolastica in quanto mamma e dipendente scolastica.
Dal punto amministrativo la pagina si è chiusa. Ma non da quello politico: le minoranze hanno già chiesto di avere accesso alla documentazione relativa all’intero procedimento per verificare il ruolo avuto nella vicenda dall’assessore Sonia Mazzoleni che, secondo quanto si è potuto apprendere, avrebbe fatto partire la segnalazione al funzionario responsabile.
P.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco