Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 46.142.633
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 17 marzo 2017 alle 19:18

La scomparsa di Emidio Bettacchi, grande sportivo, da Roma sulle rive del Lario

Si è celebrato nella parrocchiale dei santi Gervaso e Protaso, nel quartiere di Castello sopra Lecco, il funerale di Emidio Bettacchi, 90 anni, impegnato per un lungo periodo in attività sportiva, in particolare nel comitato della Lega Giovanile di Lecco, che organizzava i campionati under 18, con formazioni varie come la Locatelli di Pescarenico, Ripamonti di Bonacina, Colombo di Maggianico, GSG di Lecco centro, Virtus Valmadrera, Gilardi Olginate, ed altre.
    Emidio Bettacchi era nato a Roma ed era giunto nel lecchese nel dopoguerra ’45, prima residente a Malgrate, e poi a Lecco, in quartiere Castello. E’ stato impegnato come arbitro di calcio in diversi campionati di varie categorie dai dilettanti ai giovanili. Era sempre impeccabile anche in campo, con la classica giacchetta nera degli arbitri di allora, pacato e severo quando era necessario di fronte al gioco.
    Il rito funebre, nella chiesa di Castello, è stato officiato dal parroco don Egidio Casalone. Celibe, pensionato da diversi anni, al funerale i parenti erano rappresentati dalla nipote Barbara Bettacchi, esperta di cineforum e di storia del cinema. La sepoltura è avvenuta nel cimitero del quartiere lecchese di Castello.
A.B.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco