Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 23.350.103
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 17 marzo 2017 alle 21:19

Dissesto finanziario della Provincia, Arrigoni (LN): ''pilatesco esposto di Flavio Polano. I responsabili da denunciare sono Renzi e Delrio''

Paolo Arrigoni
“Il presidente della Provincia di Lecco più che un esposto in autotutela contro ignoti, dovrebbe direttamente denunciare la coppia Renzi-Delrio, principale responsabile di questo disastro annunciato che ha coinvolto tutte le province d’Italia. In qualità di dirigente del PD e presidente nominato (non eletto) di Villa Locatelli, Polano dovrebbe inoltre dimettersi per essere stato per troppo tempo funzionale e silenzioso complice di questa operazione politica volta al massacro delle province, che è partita dalla fine del 2011 con pesantissimi tagli inferti dai governi Monti, Letta e Renzi, tutti a trazione PD, e che ha avuto un’accelerazione dal 2014 con l’approvazione della sciagurata legge Delrio!”

Così interviene il Senatore leghista Paolo Arrigoni, dopo la comunicazione dell’esposto alla Magistratura da parte del Presidente Polano.
“Con le province Renzi, il Partito Democratico e l’NCD di Alfano hanno giocato sporco. Con la ‘Delrio’ prima e con la riforma costituzionale poi, hanno preso in giro gli italiani spacciandone la cancellazione. Nella realtà, invece, con i tagli inflitti e la proroga continua di termini e funzioni è stata compiuta un’azione politica grave ed irresponsabile da sempre denunciata dalla Lega Nord. Si è trasformata in permanente una situazione di incertezza e caos, ponendo questi enti nell’impossibilità di garantire i servizi essenziali ed un’adeguata manutenzione di scuole e strade, facendo venir meno la sicurezza degli studenti e della mobilità veicolare e pedonale” prosegue l’ex sindaco di Calolziocorte.
“Invito Polano a non accodarsi ai tanti che cercano di scaricare le responsabilità di questo disastro alla bocciatura della riforma costituzionale, che avrebbe cancellato il termine “province” dalla Costituzione. Sarebbe vergognoso solo pensare di additare quali colpevoli di questo scempio quel 60% di italiani che hanno votato NO alla pessima e pasticciata riforma Renzi-Boschi, o persino quelle forze politiche che hanno fatto la campagna elettorale contro! E’ tempo perso poi cercare con stravaganti e pilateschi esposti "eventuali condotte illecite omissive e commissive". Non si abdica alla Magistratura, essendo chiare le responsabilità politiche di scelte assunte da arroganti veggenti, quali appunto Renzi, Delrio & C., che preconizzavano la scomparsa delle Province e l’automatico dissolvimento di scuole superiori e strade provinciali” conclude il Senatore della Lega.
.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco