Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 32.981.751
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 19 aprile 2017 alle 17:20

(H)Open Week di Onda: al Manzoni un incontro sul Papilloma Virus

In occasione della Seconda Giornata Nazionale dedicata al benessere femminile, che si celebrerà quest’anno sabato 22 aprile, l’ASST lecchese aderisce anche quest’anno all’(H)Open Week organizzata da Onda, l’Osservatorio Nazionale sulla salute della donna: come negli anni precedenti, l’obiettivo è quello di promuovere la cultura della prevenzione legata alle patologie a maggior impatto femminile, epidemiologico e clinico.
Proprio per questo all’Ospedale Manzoni, venerdì 21 aprile dalle 17.30 alle 18.30, presso l’Aula Dipartimento Materno Infantile (piano 1 - prenotazione obbligatoria allo 0341/489247-925, dalle 13.30 alle 15.30), è stato organizzato un incontro rivolto alla popolazione femminile dal titolo: “Papilloma virus: dall’infezione alla vaccinazione”.
“Oggi – spiega Tiziana Dell’Anna, ginecologa di Via dell’Eremo – l’informazione è il principale strumento per creare consapevolezza sul tema del papilloma virus, detto anche HPV, e per far comprendere alle donne come sia importante non abbassare la guardia verso questa silenziosa infezione”.
“La consapevolezza – continua Dell’Anna – è infatti la miglior forma di prevenzione perché consente di mettere in atto le misure necessarie per proteggersi”.
Ma cos’è l’HPV? La famiglia dei papilloma virus comprende 118 diversi tipi (genotipi) e circa 40 di questi possono infettare la mucosa genitale della donna. L’infezione non dà sintomi particolari e si trasmette principalmente attraverso i rapporti sessuali. Si calcola che circa il 70% delle donne sessualmente attive verrà in contatto con almeno un tipo di virus nel corso della sua vita anche se, spesso, il sistema immunitario è in grado di combattere l’infezione che nella maggior parte dei casi regredisce senza dare disturbi.
Quando l’infezione da HPV non viene spontaneamente eliminata dal sistema immunitario può, però, dare origine ad alterazioni cellulari che vengono identificate dal pap test: grazie al particolare esame è possibile riconoscere queste lesioni molti anni prima che si trasformino in tumore in modo da intervenire un maniera precoce, definitiva e sicura senza rischi per la vita della paziente.
“Attualmente è possibile prevenire il papilloma virus vaccinandosi – continua la ginecologa dell’Ospedale Manzoni – il consiglio, comunque, è sempre quello di discutere con il proprio ginecologo e venerdì il nostro obiettivo è proprio quello: parlare con tutte le donne presenti dei benefici della vaccinazione”.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco