Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 24.718.178
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 19 aprile 2017 alle 18:17

Garlate: costi ed ''errori'', si discute delle palestre in cc

La posa – e successivo riposizionamento – di alcune tubazioni all’interno della palestra di Via Puncia nonchè i costi di gestione della struttura a lago e di quella limitrofa alle scuole sono stati argomento di confronto tra i gruppi consiliari di “Paesevivo” e “Alleanza per Garlate” durante l’assise di martedì 18 aprile.

La palestra di Via Puncia

 In merito al “centro sportivo comunale” inaugurato a marzo, Ingrid Anghileri ha illustrato l’interrogazione in cui è stato chiesto all’amministrazione un report sulle “bollette” pagate e di spiegare come mai alcune tubazioni sono risultate essere state installate nel modo sbagliato (intralciavano infatti le partite di pallavolo) e si è reso necessario spostarle. “Per la palestra abbiamo speso 7.000 € circa per l’energia elettrica e altrettanti per il gas, mentre per l’acqua siamo in attesa della lettura del contatore” ha risposto il sindaco Giuseppe Conti. “Rispetto al progetto approvato il 9 febbraio del 2011 i tubi non sono stati montati in modo sbagliato. Nel documento erano presenti alcune problematiche che poi sono emerse, credo che tutti – dalla precedente amministrazione al progettista – abbiano agito in buona fede. Per sistemarli abbiamo speso 4.230 € più Iva, mentre alla Polisportiva che si è dovuta allenare altrove abbiamo erogato un contributo straordinario di 1.000 €”.

La palestra della scuola

È stata definita invece “in attivo” la gestione della palestra delle scuole, che viene utilizzata al di fuori dell’orario scolastico per diverse attività. Omar Riva, leggendo l’interrogazione presentata dal gruppo di minoranza, ha chiesto all’amministrazione un “bilancio” di tale attività. “Nei mesi scorsi ad utilizzare lo spazio erano una società sportiva di Garlate con un corso di Kick Boxing, una di Galbiate e una terza con l’autodifesa, attività patrocinata dal Comune. Oggi ci sono un corso di arti marziali e un privato che fa lezione di zumba. I costi sono aumentati di 256 € per quanto riguarda l’energia elettrica mentre abbiamo speso 721 € in meno di gas, poiché questa primavera è stata molto più calda” ha spiegato il primo cittadino. “Le entrate ammontano a 1.345 €, è una gestione in attivo”.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco