Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 33.116.823
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 20 aprile 2017 alle 08:35

Cremeno: udienza in aula per il crollo del ponte sul Pioverna

Restituzione degli atti al pubblico ministero per riformulare i capi di imputazione a carico dei tre indagati. E' quanto ha sentenziato mercoledì mattina in tribunale a Lecco il giudice Paolo Salvatore, al termine di una lunga udienza preliminare, sul caso relativo al cedimento del ponte pedonale sul torrente Pioverna, avvenuto nel settembre 2015 a Cremeno, a poca distanza dal confine con Barzio.
In quell'occasione l'incidente provocò il ferimento di due giovani e la successiva apertura di un fascicolo penale con ipotesi di reato - ancora da specificare -a carico del progettista, del collaudatore del manufatto e del legale rappresentante dell'impresa che lo realizzò.
Mercoledì mattina in tribunale a Lecco è stato chiamato a deporre il consulente tecnico che sul cedimento del ponte ha redatto un'ampia relazione proprio su mandato del giudice, per valutare eventuali negligenze professionali o utilizzo di componenti non idonei nella realizzazione della struttura. Il crollo del manufatto causò la caduta dei due giovani (che hanno già manifestato l'intenzione di costituirsi parte civile) da un'altezza di circa due metri e mezzo, con il conseguente ricovero in ospedale a seguito delle ferite rimediate. Si tornerà in aula tra qualche mese, non appena il pubblico ministero avrà definito meglio le ipotesi di reato nei confronti dei tre indagati.
G.C.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco