Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 34.875.626
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 17 maggio 2017 alle 08:37

Calolzio: il testamento biologico si prepara a muovere i primi passi, in commissione il 29

Il nuovo regolamento per il “testamento biologico” - che il Consiglio Comunale di Calolzio si è impegnato ad approvare – sarà esaminato in commissione congiunta il prossimo 29 maggio: sarà il primo fondamentale passaggio per scoprire le intenzioni di tutti i gruppi politici e dunque anche le possibilità che si arrivi all’approvazione definitiva in Consiglio .
In quell’occasione si analizzeranno le due proposte attualmente sul tavolo, quella della Casa delle Sinistre e quella della maggioranza che dovrebbe portare la sua idea di regolamento.

I consiglieri Autelitano, Gambirasio, Gandolfi

Sembrava che la discussione potesse iniziare già lunedì sera quando si è riunita la Commissione Garanzie Statutarie ma alla fine così non è stato.
“Nella convocazione avevo appositamente previsto che l’odg contenesse “Comunicazioni del Presidente”: era un modo per lasciare all’Amministrazione la possibilità di presentata già, se avesse voluto farlo, la sua proposta. In consiglio avevano garantito che avevano già pronto il loro regolamento ma non ci è stato chiesto di esaminarlo già in questa seduta” ha spiegato Dario Gandolfi. “Abbiamo trovato l’accordo per avviare la discussione a fine mese, chiedendo però garanzie sul fatto che la maggioranza arrivi alla riunione con le carte in mano per poterci confrontare nel merito”.
La proposta di regolamento della Casa delle Sinistre ricalca fondamentalmente quello già in vigore a Milano o – per rimanere più vicini – a Mandello del Lario.
Ancora non si conosce invece l’esatta formulazione che sarà presentata dalla Giunta e in quali passaggi si discosta dal documento di Eleonora Rota.
A fine Maggio dunque si muoveranno i primi passi e si capirà se sarà possibile trovare un testo condiviso tra tutte le forze politiche (maggioranza, sinistre, Lega e centri) o se alla fine si tireranno le somme in Consiglio Comunale a colpi di votazioni.
Difficile anche fare previsioni sulla possibile data di approvazione del registro per le Dat (Dichiarazione Anticipate di Trattamento): la Casa delle Sinistre ha chiesto tempi precisi visto anche che fra meno di un anno scadrà il mandato del sindaco Cesare Valsecchi.

Cesare Valsecchi, Tina Balossi, Marco Ghezzi, Diego Colosimo, Boubou Dia

Il rischio è che anche il testamento biologico faccia la fine del nuovo statuto che si sta arenando in Commissione.
Lunedì sera i consiglieri hanno discusso per ore su uno dei passaggi più complessi, ovvero le regole per la formazione dei componenti delle varie commissioni. La Casa delle Sinistre, passando dalla parte delle opposizioni, non ha più rappresentanti nei vari “tavoli” tecnici perché il regolamento attuale prevede che i commissari siano nominati solo a inizio mandati.
Per ora non si è trovata una posizione condivisa sul tema. Ma il compromesso è necessario visto che lo statuto può essere modificato solo con una maggioranza qualificata e non solo assoluta.
Un discorso simile vale anche per la proposta di istituire le consulte popolari per incentivare la partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa comunale. Anche in questo caso le posizioni sono divergenti: la Sinistre vorrebbero consulte tematiche mentre l’Amministrazione sembra più intenzionata a costituire consulte di quartiere, una sorta di nuova versione dei consigli di zona.
P.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco