Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 31.361.627
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 17 maggio 2017 alle 17:26

Lecco: tentano di pagare con delle banconote false, 3 giovani denunciati e 'allontanati'

Hanno tentato di rifilare alla commessa di un negozio del centro una banconota falsa, venendo poi rintracciati dalla Polizia e finendo così per rimediare - anziché l'immaginato "denaro facile" - una bella denuncia. E' quanto successo nel pomeriggio di ieri a Lecco a tre giovani: una ragazza ed un ragazzo di 19 anni, residenti rispettivamente a Monza e a Cinisello Balsamo (MI) nonchè un loro conoscente, un anno più grande, originario del Brasile ma con casa a Capriate San Gervasio (BG).
Verso le ore 15.30, l'operatore della Sala Operativa ha diramato una nota di ricerca di tre soggetti, due uomini ed una donna, che poco prima avevano tentato di spendere banconote "tarocche" presso un esercizio commerciale della galleria "Isolago". La stessa titolare aveva allertato il 112 NUE, fornendo una descrizione dei tre cliente poi dileguatisi una volta "scoperti".  La pattuglia del Poliziotto di quartiere, in servizio di controllo del territorio in centro città, si è così prontamente messa sulle tracce del terzetto, rintracciando, poco dopo, in Via Cavour i tre giovani la cui fisionomia corrispondeva alla descrizione fornita dalla commessa. I giovanotti sono - già ad un primo controllo - risultati gravati da precedenti di polizia per reati predatori. Portati in Questura pe ulteriori accertamenti, sono stati trovati effettivamente in possesso di tagliandi falsi: dal marsupio di uno dei due maschi sono saltati fuori un "pezzo" da 50 e uno da 20 euro; dal portafoglio del compare due "cinquantoni" mentre nelle tasche della ragazza è stata trovata una quarta banconota da 50 euro. Immaginabile il "giochetto" che i tre avevano in mente: compiere piccoli acquisti esibendo i "bigliettoni" non genuini per intascare - in denaro "reale" - il resto da spendere poi a piacimento. Sottoposti a rilievi fotosegnaletici, i giovani sono stati deferiti all'Autorità Giudiziaria e nei loro confronti è in istruttoria il provvedimento di divieto di ritorno nel Comune di Lecco.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco