Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 34.660.933
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 19 maggio 2017 alle 15:03

Malgrate: nel 2016 solo l'11% delle multe risulta pagato, attese risposte sui ''solleciti''

Nel corso del 2016 solo l’11% circa di chi ha preso una multa a Malgrate l’ha pagata. L’ingente scostamento tra l’accertato (pari a 147.000 €) e il riscosso (15.900 €) è stato evidenziato dal consigliere di minoranza Antonio Peccati durante il consiglio comunale di giovedì 18 maggio, nel quale è stato approvato il rendiconto dell’esercizio finanziario. I componenti del gruppo “Obiettivo persona” attendono inoltre chiarimenti sulle sanzioni relative agli scorsi anni per le quali decine di cittadini hanno ricevuto un sollecito di pagamento pur avendo già messo mano al portafogli.

L'assise consiliare

“Nel 2016 la percentuale di riscosso si è fermata all’11%, l’anno prima (su 240.000 €) non è andata oltre il 35%. Vorremmo capire qual è l’impatto sul bilancio di questo fatto e quale sarà quello relativo alle sanzioni doppie” è stato l’intervento di Peccati. Il sindaco Flavio Polano, in merito a quest’ultimo punto, ha spiegato che il lungo lavoro promosso dagli uffici della Polizia locale per ricostruire i “movimenti” negli anni dal 2012 al 2015 è terminato ed è in attesa della relazione da parte del comandante Cristian Francese. “Sono state interpellate Poste italiane per avere l’attestazione di ogni pagamento effettivamente portato a termine. In generale posso già dire che qualcuno ha fatto il furbo e la multa non l’aveva pagata davvero, altri quando gli è arrivata la lettera di sollecito hanno provveduto ma è poi emerso che avevano ottemperato, quindi gli sarà restituita la cifra corrisposta. Gli avvisi hanno permesso di recuperare diverse decine di migliaia di euro, per chi ancora non si è messo in regola sarà avviata la procedura di riscossione coattiva. Anche in questo caso purtroppo vediamo che il 70-80% delle posizioni non viene sanato, in alcuni casi si tratta di cittadini stranieri difficili da reperire”.

Il gruppo di minoranza Obiettivo Persona

Il consigliere di minoranza Ambrogina Maggi ha evidenziato che molte sanzioni elevate per la Ztl potrebbero essere evitate. “Il cartello situato all’accesso della via della chiesa indica i festivi e le “cerimonie” genericamente, può capitare che uno passi senza sapere che è in corso una celebrazione. L'avviso è poco visibile, servirebbe un pannello luminoso”.
Il primo cittadino ha assicurato l’impegno dell’amministrazione in questo senso. “Ci siamo già mossi alcuni mesi fa, per installare un dispositivo con l’indicazione “attivo” o meno non solo all’accesso della chiesa ma anche in Via Reina” ha affermato Polano. “I tempi si sono dilungati anche a causa dell’assenza del funzionario contabile, ma provvederemo”.

Il sindaco Flavio Polano e l'assessore Elisa Corti

Gli amministratori hanno spiegato che la relazione riguardante gli avvisi di sollecito per le multe sarà presentata in occasione di una prossima commissione consiliare, che potrebbe vedere la presenza del comandante della Polizia locale.
Il rendiconto dell’esercizio finanziario 2016 è stato approvato con il voto contrario di Michele Peccati, Francantonio Corti, Ambrogina Maggi e Maurizio Bono.
R.R.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco