Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 32.977.563
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 11 agosto 2017 alle 14:12

Lecco: Polizia locale in prima linea per contrastare il lavoro nero

A seguito di presentazione di specifico progetto, con Decreto nr. 9601 del 02.08.2017, Regione Lombardia ha assegnato al Comune di Lecco risorse finanziarie pari a 6.500 euro per la realizzazionedi interventi integrati per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del lavoro nero, in ogni sua forma ed in via prioritaria del caporalato.
Un gruppo formato da 5 operatori della Polizia Locale, di cui 2 Ufficiali e 3 Agenti, con il coordinamento del Comandante del Corpo, saranno impegnati per il raggiungimento di una serie di obiettivi.

Nello specifico opereranno al fine di contrastare:
- il “lavoro nero” o “irregolare” o “sommerso”, inteso come rapporto nel quale un datore di lavoro, sia esso una persona fisica o giuridica, si avvale di prestazioni professionali senza riconoscere alcuna copertura previdenziale, di garanzia e di tutela prevista dalla legge e senza corrispondere le dovute imposte, in virtù dell’assenza di un contratto ufficiale ovvero non registrato e, dunque, giuridicamente nullo/irregolare per le vigenti norme del diritto del lavoro;
- il lavoro nero, in tutte le sue forme e il caporalato quali fenomeni di sfruttamento, che creano un’alterazione del sistema economico in quanto determinano una concorrenza sleale a danno dei datori di lavoro che rispettano le regole poste a tutela dei dipendenti;
- il lavoro nero e il caporalato ancor più diffusi con i recenti flussi migratori, poiché gli immigrati in condizione di clandestinità o presenti irregolarmente sul territorio italiano sono soggetti a situazioni di sfruttamento lavorativo;
- il reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro definito all’art. 1 della Legge n. 199 del 29/10/2016.

Inoltre, sarà possibile ottenere adeguata e specializzata formazione del personale della Polizia Locale, che parteciperà all’attività posta in essere, nell’ambito delle proprie funzioni istituzionali, da Éupolis Lombardia, al fine di accrescere le conoscenze di tali fenomeni ed acquisire gli strumenti necessari per sviluppare corrette procedure operative.
In particolare, con i servizi che verranno posti in essere, a fronte anche di una analoga esigenza espressa dalla Prefettura di Lecco, ci si prefigge di operare controlli sui veicoli e passeggeri che giungono in città e impiegati per la distribuzione di dépliant o volantinaggio in genere.
Tali attività sono principalmente svolte da cittadini extra U.E. che potrebbero non essere legati da alcun rapporto di lavoro con chi li accompagna e li lascia per le Vie di Lecco, ripassando poi al termine della giornata lavorativa a riprenderli per ritornare nelle città di provenienza.
Analogamente, verranno eseguiti controlli mirati controlli in cantieri edili, per la verifica della regolarità degli operanti.
Di particolare rilevanza il fatto che tali servizi e controlli verranno effettuati dalla Polizia Locale di Lecco in sinergia con l’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Lecco e della Cassa Edile Provincia di Lecco, fino al 30 novembre 2017.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco