Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 35.885.130
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 11 agosto 2017 alle 18:30

Lecco: ordinanza comunale per la messa in sicurezza del tetto in amianto all’ex vellutificio

L'ex vellutificio di Rancio dovrà essere interessato da un intervento immediato di messa in sicurezza: da rimuovere sono la copertura danneggiata dal maltempo e tutte le parti che possano costituire un pericolo per la pubblica e privata incolumità. Lo prevede l’ordinanza contingibile e urgente a tutela della salute emessa dal Comune di Lecco nel pomeriggio odierno a seguito del sopralluogo effettuato questa mattina presso l'immobile dismesso di Via Mazzucconi.

È stato un cittadino a segnalare che alcune parti del tetto del complesso industriale risultavano danneggiate. I tecnici comunali si sono recati sul posto unitamente ai Vigili del fuoco e a personale Ats per verificare le condizioni di sicurezza e la natura del materiale che si era distaccato a causa del vento. Come specificato nella relazione redatta dai dipendenti comunali, alcuni frammenti assimilabili a lastre di cemento amianto sono stati rinvenuti lungo il sentiero pedonale di Via G.B. Sala retrostante il complesso industriale e lungo una striscia di terreno privato adibito ad orto. La parte centrale del tetto che copre una porzione dello stabilimento presenta inoltre lastre in stato di sfaldamento e detriti “tipo eternit”.

Il Dipartimento di Igiene e Prevenzione dell’ATS Brianza ha indicato all’amministrazione lecchese la necessità che la proprietà dell’immobile intervenga "urgentemente per un immediato ripristino della superficie danneggiata al fine di evitare ulteriori scoperchiamenti e danneggiamenti esterni”.

Il Comune ha quindi notificato alla società “Fabbrica Velluti Alfredo Redaelli Spa - in liquidazione” di Mandello del Lario, individuando il liquidatore con studio a Milano, l’ordinanza che prevede la messa in sicurezza (immediata) del tetto e la rimozione dei detriti presenti sulla pubblica via (già disposti in sacchi dai Vigili del fuoco) e nelle aree interne della proprietà
Si tratta della seconda ordinanza comunale dopo quella dello scorso 26 giugno riguardante l'area dismessa dell'ex Leuci Spa, con la quale il Comune ha dato tempo alla Lago Srl - società milanese proprietaria  -  90 giorni per la "bonifica" del sito.

Per visualizzare l’ordinanza clicca qui
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco