Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 29.789.243
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 12 agosto 2017 alle 16:26

Olginate: ecco Mawadda, la piccolina che, dopo essersi fatta attendere 6 giorni oltre il termine, è nata 'per strada' al Bione

Altro che fretta di nascere! Si è fatta attendere, eccome, la piccola Mawadda, venuta poi rocambolescamente alla luce questa mattina - alle 11.23, come annotato dai sanitari - per strada in via Bruno Buozzi, nei pressi del Bione.
"Avevo il termine il 2 agosto. Ero già venuta in ospedale per il controllo dell'ultima settimana ed ero tornata anche dopo tre giorni per un'ulteriore visita" racconta mamma Nambre Korotoumou, originaria del Burkina Faso e da qualche anno residente a Olginate insieme al marito Mohammed Abou, classe 1981, nativo invece del Togo e alla loro primogenita Hamdya che, a novembre, spegnerà la sua seconda candelina.

La piccola Mawadda

"Non stavo bene da giovedì, la notte scorsa poi non sono riuscita a chiudere occhio e avvertito le contrazioni. Questa mattina ci siamo messi in macchina per raggiungere il Manzoni: ad un certo punto ho capito di aver rotto le acque e subito dopo la testolina della bambina era già uscita. E' stata questione di qualche istante. Ci siamo fermati, mio marito ha accostato e abbiamo chiamato l'ambulanza. Quando i sanitari sono arrivati mi hanno aiutata a far nascere la bambina e ci hanno portato poi entrambe in ospedale". Nessun passaggio dunque in sala parto. Sottoposte alle visite di routine, mamma e figlioletta stanno entrambe bene e dal primo pomeriggio sono ospitate in una stanza di degenza, l'una accanto all'altra.

Nambre Korotoumou con la sua bambina

"E' stata un'esperienza assai diversa rispetto alla prima gravidanza: in quel caso mi avevano indotto il parto. Mawadda ha fatto invece quel che ha voluto, facendo dapprima i capricci nella pancia per poi scegliere di venire alla luce in un attimo, dopo avermi fatta a lungo disperare". A vederla addormentata nella sua cullina, fasciata nella copertina che la mamma aveva preparato per l'occasione ("erano giorni che avevo la valigia pronta e l'ho portata a ogni controllo") non si direbbe. Ma mi sa proprio che la piccina - 3.19 chili di dolcezza - ha già un bel caratterino. Auguri a mamma e papà!
Articoli correlati:
12.08.2017 - Lecco: parto improvviso, una bimba viene alla luce in via Bruno Buozzi
A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco