Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 34.762.371
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 13 settembre 2017 alle 12:13

Valmadrera, i volontari: danni sui sentieri per i cinghiali

I Volontari Valmadreresi che si occupano della pulizia dei sentieri e della valorizzazione dei manufatti come le antiche “casote” contadine devono fare i conti con le conseguenze del passaggio dei cinghiali sul territorio che sovrasta la cittadina lecchese. A denunciare la fastidiosa “presenza” sono proprio coloro che in queste settimane, in più occasioni, hanno dovuto fare i conti con i danni provocati lungo i tracciati sterrati.

Gli effetti del passaggio dei cinghiali su un sentiero sopra San Martino

“Fanno dei veri e propri disastri, scavano il terreno e spostano le rocce. L’area del faggio secolare al confine con Canzo è stata danneggiata, così come alcune delle casote che abbiamo sistemato recentemente. Per non parlare dei sentieri sopra San Martino, è un bel problema”.

Una delle casote riqualificate dai volontari e "visitate" dai cinghiali

La presenza degli animali è stata segnalata in diverse zone del territorio, fin sopra l’abitato di Lecco e diversi centri della Val San Martino e dell’alto lago, anche in aree non lontane dalle case. Opportune verifiche sulla diffusione di questi animali sono in capo agli agenti del nucleo faunistico attivo nella nostra Provincia. “Si riproducono in gran numero e non è facile fermarli, rovinano il lavoro che facciamo” ha concluso uno dei valmadreresi, auspicando che la loro diffusione possa essere efficacemente contenuta.
R.R.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco