Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 35.815.955
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 09 ottobre 2017 alle 21:21

Colico: condannata a un anno e 4 mesi l'insegnante di sostegno accusata di maltrattamenti

Le testimonianze decisive sembrerebbero essere state quelle delle due giovanissime vittime, ancora oggi minorenni, che, a porte chiuse, con il supporto di uno psicologo, hanno tratteggiato al giudice Enrico Manzi le "vessazioni" che avrebbero subito, tra i banchi di scuola, dalla figura che avrebbe invece dovuto essere la loro "stampella", il loro punto d'appoggio per vivere più serenamente il contesto, superando le loro difficoltà: nel pomeriggio odierno G.C., maestra di sostegno, è stata condannata a un anno e 4 mesi di reclusione per i presunti maltrattamenti che avrebbe inflitto ad una coppia di suoi studenti. I fatti oggetto del procedimento risalgono al 2013 quando l'insegnante prestava servizio presso la primaria di Colico. Stando all'impianto accusatorio la donna sarebbe arrivata a muovere le mani nei confronti dei due bambini, aggredendoli anche verbalmente come riferito in aula dalla madre di uno dei due, prima a raccogliere le confidenze del proprio figliolo che, a suo dire, avrebbe manifestato poi disagio fisico e psicologico nel recarsi a scuola, disagio poi superato con la sospensione della collaborazione con l'imputata.
Quest'oggi, come chiesto dal dottor Enrico Manzi, prima della lettura del dispositivo è stata escussa un'ultima testimone, aggiunta in corsa dallo stesso giudice, dopo aver già sentito le conclusioni della Procura - che per bocca del PM Nicola Preteroti aveva chiesto la condanna dell'insegnante a una anno e mezzo di reclusione, con sospensione della pena e non menzione - nonché degli avvocati Giovanni Arduini e Giuseppe Romualdi difensori di G.C.. La teste, un'educatrice, ha confermato di aver assistito ad un episodio in cui l'insegnante avrebbe perso le staffe, non aggiungendo però altro di rilevante.
Esaurita l'istruttoria, il giudice si è pronunciato per la condanna della maestra, presente personalmente alla lettura del dispositivo.

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco