Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 34.654.644
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 22 ottobre 2017 alle 10:08

Valmadrera: premiati i 65 partecipanti del concorso ''Dionigi Villa, Nis il poeta''

''Credendo poco nel Dio ignoto / punirmi doveva con il terremoto / e non avendolo mai supplicato/ severamente mi ha castigato. E questo è avvenuto qui ai confini/ perché la pianti con quei festini/ così che preso in questa morsa nera/ fuggirò in fretta a Valmadrera. Almeno là il vecchio poeta maledetto/ passerà le notti in pace nel suo letto/ e dal cielo il buon padre eterno/ non mi collocherà nel tremendo inferno/ avendo dubitato in quella fede/ che ognun' cristiano sinceramente crede''.

Flavio Passerini, presidente della Banca del Tempo

Pochi versi in rima baciata riescono subito a rendere l'idea di che personaggio Dionigi Villa, “Nis” il poeta, dovesse essere. Un rapporto difficile, tormentato con la religione e con Dio, soprattutto a seguito della catastrofe del terremoto in Friuli del '76 che dà il titolo a questa poesia e che Nis, si crede, abbia vissuto sulla propria pelle. Il duro lavoro nei campi, ogni giorno, la tendenza a parlare in versi e la corrispondenza epistolare con il farmacista del paese (divenuta oggi oggetto di studio) sono solo alcuni dei caratteri tipici di questo personaggio, che ha attirato l'attenzione dell'Amministrazione comunale e a cui è stato dedicato, per la seconda volta di seguito, il concorso di poesia “Nis il poeta”.

Vincenzo dell'Oro recita una poesia di Dionigi Villa

Tre sezioni, 65 partecipanti, 5 giurati e ben 110 poesie: sono questi i numeri della seconda edizione, che vedono un'importante partecipazione specialmente per la prima sezione, quella dei ragazzi fino ai 16 anni, con un totale di 31 iscritti. La serata di ieri, unitamente alla mostra di pittura “Poesia di colori” e la presentazione del volume “Ier e incò. Bosinate di Achille dell'Oro”, si inserisce nel trittico di eventi organizzato dal Comune sotto il nome di “Valmadreresi di Ieri: poesia, pittura e storia de La Vall”. “Luogo in cui bisogni e disponibilità presenti sul territorio si incontrano in modo del tutto gratuito rispetto al denaro, ma semplicemente con lo scambio di tempo”; con queste parole Flavio Passerini, presidente di Banca del Tempo, definisce l'associazione, insistendo su come l'evento della serata si sposi bene con i principi che stanno alla base dell'associazione stessa: l'importante coinvolgimento dei bambini nel concorso, infatti, costituisce il filo rosso che lega la serata di ieri con l'associazione, nata nel contesto scolastico elementare e che ha lavorato e lavora tuttora per i bambini.

Gianfranco Scotti

Per questo, quindi, Banca del Tempo si è messa in gioco attivamente nell'organizzazione dei tre appuntamenti e nello specifico in quella di stasera: insieme alla Biblioteca di Valmadrera si è occupata degli aspetti tecnici e burocratici della serata, dalla nomina della giuria al raccoglimento e “catalogazione” per sezioni delle poesie.

I primi tre di ogni categoria

E a proposito di giuria, cinque invece sono stati i membri selezionati quest'anno, tutti legati al mondo della scuola o della cultura storico-letteraria: Elisa Butti, laureata che ha svolto servizio civile presso la Biblioteca di Valmadrera, Vincenzo dell'Oro, storico di Valmadrera, Paola Gandola, maestra elementare, Giovanna Rotondo, ex-insegnante di cultura italiana e scrittrice, Assunta Tedesco, professoressa delle scuole medie di Valmadrera. Entrando nel vivo della serata, a seguito delle presentazioni e dei ringraziamenti istituzionali, Gianfranco Scotti, scrittore, storico e linguista che si è occupato, tra i vari progetti, della stesura di un dizionario dall'italiano al dialetto lecchese e della traduzione integrale de I Promessi Sposi dall'italiano al dialetto, ha letto le poesie vincitrici delle tre categorie. Sara Gatta con “Note musicali” (sez.A), Rita Polti con “Infanzia sul lago” (sez.B) e Claudio Castelli  “Per culpa de mila caprizi” (sez.C) hanno vinto il secondo posto, ricevendo un assegno di 100 euro.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Al primo posto, invece, troviamo: Chiara Certani, con “Ventagli d'amore” (sez.A), Patrizia Immediato con “Terra mia” (sez.B) e Gianpiera Sironi con “El mè prém amur” (sez.C), premiate con un assegno di 200 euro. Delle menzioni, libri per adulti sulla storia di Valmadrera e per bambini sull'orto botanico del paese, sono state consegnate ai terzi posti, Thomas Grassi con “Sogni di beatitudine” (sez.A), Roberta Dondossola con “A un'amica” (sez.B) e Davidica Milani con “Un dé” (sez.C).

I membri della giuria

Da arte ad arte, infine, come ringraziamento per il lavoro svolto, sono stati consegnati ai membri della giuria e dello staff dei magneti, fatti a mano da un'artista locale, Ofelia dell'Oro, la quale ha riprodotto su dei sassi alcuni dei luoghi tipici di Valmadrera. Al termine della serata, infine, è stato possibile acquistare a dieci euro l'antologia di quest'anno, contenente tutte le poesie nonché quelle vincitrici. Sicuramente entusiasta per l'esito del concorso è stata l'amministrazione comunale che, attraverso le parole dell'assessore Brioni che ha tenuto le redini della serata, ha espresso la propria soddisfazione, dimostrando la consapevolezza che l'arte, e la poesia in questo caso, possono realmente costituire motivo di crescita e formazione per i più giovani e un bagaglio storico-culturale per gli adulti.
Anna Airoldi
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco