Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 34.814.075
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 11 novembre 2017 alle 11:51

Lecco: mobile sparito dal negozio, in due a processo

Sono giunti "separati" in tribunale i fascicoli a carico di M.P., restauratore di mobili, e di A.M., titolare di un negozio dell'usato di Lecco, entrambi accusati di appropriazione indebita ma solo nel corso del dibattimento di oggi si è appreso che probabilmente le vicende erano collegate.
Secondo la ricostruzione dei fatti avvenuta durante l'audizione della signora A.M., nel dicembre 2010 sarebbe scomparso dal magazzino del suo negozio un mobile, un secretaire nello specifico, affidatole da una cliente per il restauro: "M.P. era un mio collaboratore per il restauro di mobili" ha affermato la donna rispondendo alle domande del sostituto procuratore Paolo Del Grosso, "e insieme ci siamo recati a casa della cliente per visionare il bene. Le abbiamo chiesto un anticipo di 200 euro e poi abbiamo portato il secretaire nel sotterraneo del mio negozio". Pochi giorni dopo, il 6 dicembre 2010, il mobile è scomparso dal magazzino mentre l'attività è stata cessata nel gennaio 2011, un mese dopo l'avvenimento. La ex titolare ha così imputato a M.P. la sparizione del mobile: "Un giorno mi ha chiesto di lasciagli aperto il locale" ha detto "e da quel momento è sparito il secretaire. Una volta resami conto della sparizione ho incessantemente cercato di mettermi in contatto con lui via telefono ma non mi ha mai risposto".
Per l'imputato era stata chiesta la messa alla prova, ma il giudice l'ha rifiutata una volta appresi i fatti e ha rinviato il processo al prossimo 9 febbraio quando, quasi certamente, i due fascicoli saranno già stati unificati.

 

B.F.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco