Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 48.982.644
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 05 dicembre 2017 alle 18:15

Calolzio: pretende 170€ da un conoscente. E' denunciato e condannato a quasi 6 anni

 

Il Tribunale di Lecco
I parenti, seduti all’esterno dell’aula, appresa la sentenza sono scoppiati in lacrime: 5 anni e 8 mesi. E’ questa la pesante condanna irrogata nella tarda mattinata odierna dal Gup del Tribunale di Lecco Massimo Mercaldo al calolziese Graziano Mannarino, ventenne chiamato a rispondere di estorsione a seguito della denuncia sporta a suo carico, questa estate, da un coetaneo. Quest’ultimo avrebbe raccontato ai carabinieri di aver ricevuto pressioni dall’imputato affinché “scucisse” 170 euro. Secondo Mannarino tale somma gli era dovuta quale restituzione di un prestito concesso al querelante, circostanza questa negata dalla controparte, minacciata in più occasioni, sia pur senza l’uso della violenza fisica.
Rinviato a giudizio su richiesta del sostituto procuratore Silvia Zannini, il ventenne, al carcere da qualche mese per questa vicenda, assistito dall’avvocato Stefano Didonna ha optato quest’oggi per l’abbreviato. “Tosta” la pena, in rapporto all’entità dalle somma in ballo e al netto dello “sconto” previsto dal rito prescelto che ha portato a “schiavare” il dibattimento. L’impugnazione in Appello della sentenza appare scontata.

 

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco