Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 36.019.005
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 06 dicembre 2017 alle 15:09

GSG, 70 anni: un calcio al pallone sotto il campanile

Era l’8 dicembre 1947 quando, alle 17, presso una saletta dell’oratorio San Luigi di Lecco San Nicolò (che era un cantiere edilizio dall’anno precedente per la posa della prima pietra del “palazzone” del nuovo oratorio), veniva costituito il Gruppo Sportivo Giovanile, GSG. Sono passati 70 anni!
Primo presidente venne eletto Pietro Colombo, classe 1928, che nel 1970 sarà assessore ai Servizi Sociali nella Giunta comunale di Lecco, presieduta dal sindaco Guido Puccio. Erano tutti giovanissimi, i presenti, che, con grande entusiasmo, decisero di costituire dopo i disastri della guerra in tempi difficili, il gruppo sportivo, con l’impegno di dedicare il tempo libero ad organizzare tornei e gare nell’ambito dell’oratorio.

Primo torneo notturno 1951

Torneo notturno anni ‘60

Un ricordo particolare dei 70 anni sarà nella giornata dell’8 dicembre, con la Messa celebrata alle 10 nella Basilica di San Nicolò,da mons. Giuseppe Longhi, già assistente dell’oratorio di Lecco, dal 1967 al 1976, poi prevosto di Cantù ed ora residente a Besana Brianza. Seguirà, sul campetto calcistico, la singolare sfida “Palla in campo”, tra chierichetti e cantori. Potrebbe essere, quest’ultima, una “ripetizione” di una singolare sfida calcistica durata oltre vent’anni, con la regia di Alfredo Isella, detto Gipa. Era la partita di calcio fra le formazioni dei cooperatori e dei giovani. La data è quella del 1958, perché nella festa dei cooperatori di tale anno, la domenica prima di Natale, si doveva giocare la partita, poi rinviata per avverse condizioni atmosferiche al 1° gennaio 1959. E’ stata una partita combattuta ed incerta, terminata con il risultato di 2 a 2; le reti dei cooperatori vennero siglate da Isella e Tedoldi, quelle dei giovani da Bonfanti.

Calcio anni 1965/1970

Prove di corsa su viale Turati

Oggi non è facile ridisegnare nel tempo di allora, nella Lecco post bellica, il ruolo rilevante avuto dal GSG nel panorama sportivo cittadino. La massa dei ragazzi e dei giovani premeva intorno ai campetti oratoriani; gli impianti sportivi dal Bione al Tennis Club di Belledo, alle varie palestre, sono sorti successivamente tra il 1960 ed il 1970. Così, nell’estate 1951, lo spelacchiato fondo del San Luigi si trovò ad ospitare un torneo calcistico notturno che suscitò entusiasmi e continuò per vent’anni. Il pubblico numeroso trovava posto a fatica intorno al rettangolo di gioco e c’era il tifo per squadre di bar, vie e cortili. Era, infatti, un torno contradaiolo raccolto intorno al locale pubblico della piazza o della via, allora ritrovo di tanta gente non ancora blindata in casa dalle suggestioni televisive.

La prima formazione di pallavolo femminile

Premiazione torneo giovanissimi del 70°, con don Filippo Dotti

Il GSG organizzò pure l’atletica, e come erano romantici gli allenamenti di corsa, al mattino presto, sul rettilineo di viale Turati, allora periferico. Dal 1966/1967 il GSG ha avuto formazioni di pallavolo e basket anche femminile.
Certo che oggi, passando sul sagrato può sembrare inverosimile che il campetto polveroso sotto l’alto campanile abbia contenuto tanto sport: ma è stato proprio così! Il GSG sente attualmente i tempi cambiati, il malinconico declino demografico del centro cittadino, quasi dimezzato rispetto agli anni migliori. Rimane, però, identico nel suo patrimonio ideale di uno sport all’insegna del rispetto reciproco, dell’amicizia e della lealtà.
E’ questo il merito maggiore al traguardo dei 70 anni. Si gioca sempre sul solito campetto dal fondo brullo (in attesa del nuovo progettato oratorio), sul dosso a due passi dal lago, sotto il campanile che proietta l’ombra di un gigantesco “matitone”, quasi penna per scrivere 70 anni di gioventù trascorsa, ma rimasta nell’anima.
A.B.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco