Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 48.990.789
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 08 gennaio 2018 alle 20:52

Bergna sul ritorno in FI di Piazza e Nava: 'non ne sapevo nulla, il partito siamo noi'

Davide Bergna e Antonio Conrater
"Un fulmine a ciel sereno": Antonio Conrater, ex sindaco di Cernusco ed ex assessore al sociale in Provincia, ha definito così sia il ritorno in Forza Italia di Mauro Piazza, in coppia con il collega Daniele Nava, sia la decisione, ufficializzata questa mattina, del governatore Roberto Maroni di non tentare il bis in Regione lanciando quale candidato Presidente l'avvocato Attilio Fontana, già primo cittadino della "sua" Varese.
In riferimento alla prima "notizia" - comunicata direttamente dai due interessati tramite una nota stampa nel pomeriggio di venerdì - ha puntualizzato: "mi è stato detto che questa sera terranno un incontro con gli amministratori che fanno loro riferimento per spiegare le cose. Nell'attesa di un aggiornamento posso solo dire che noi, come Forza Italia, da tempo lavoravamo ad un centrodestro unito. Da questo punto di vista, ho letto il loro l'annuncio come un passo in questa direzione che va dunque salutato in modo positivo. Vedremo come andranno le cose: dopo fratture e polemiche ci vorrà sicuramente del tempo per rimarginare strappi e incomprensioni. Come detto da Berlusconi, Salvini e Meloni con la quarta gamba del centrodestra rappresentata dalla formazione di Lupi, dobbiamo procedere uniti. Il senso, credo sia lo stesso. Anche se pensavo sarebbero confluiti proprio nella quarta gamba...".
Quanto al "passo indietro" di Maroni, "leggo l'operazione come segno di disponibilità a lavorare a livello nazionale se il centrodestra vincerà le elezioni. Se il partito leader, come mi auguro, sarà Forza Italia, Berlusconi non potrà scendere in campo direttamente. Se sarà invece la Lega, dubito che sulle posizioni di Salvini si possa trovare un accordo. Maroni potrà sicuramente aiutare. Noi, come centrodestra, dobbiamo dare, uniti, una risposta al Paese. In una situazione di complessità come questa, in tanti potrebbero essere indotti a un voto di protesta. Dobbiamo capire quanto potrà essere ampio il successo dei 5 stelle".
Meno accomodante il commento del coordinatore provinciale degli azzurri lecchesi. Esordisce con un "no comment" di quelli che la dicono lunga Davide Bergna, interrogato circa l'accoglienza riservata alla pecorella smarrita Mauro Piazza tornata all'ovile, con Daniele Nava al seguito. "Per noi è una novità: non eravamo stati avvisati dal regionale. A brevissimo riuniremo il comitato direttivo che detterà la linea e prevediamo un incontro con i nostri forzisti, per ascoltare e confrontarci con la base. Perché - sottolinea - Forza Italia siamo noi". Se dunque Conrater ha usato la metafora del fulmine a ciel sereno, il numero uno del partito in quel di Lecco, parla del cambio di rotta di Maroni e del rientro dei due ex Ncd come di "novità che in due giorni hanno sconvolto i programmi". E se si prova a buttar lì un "la sensazione popolare è che il ritorno sia dettato dalla necessità di mantenere una poltrona", Bergna replica con un "lo sta dicendo lei. Io non ho detto nulla. Ma non ho negato".
A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco