Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 54.368.233
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 10 gennaio 2018 alle 15:02

Ballabio: un cane ferito a colpi di carabina, la Polizia individua il responsabile

Gli uomini della Questura di Lecco hanno fatto luce su chi, premendo ripetutamente il grilletto di una carabina, aveva ferito un pastore tedesco.

Le armi sequestrate al lecchese denunciato

A seguito infatti della denuncia presentata alla Polizia dal padrone del cane, di nome Artù, raggiunto in più circostanze da pallini di piombo sparati da una carabina ad aria compressa, il personale della Squadra Mobile, visionate le immagini delle telecamere poste all'interno del giardino di una villetta ubicata in Valsassina, grazie al supporto della Polizia Scientifica, è riuscita a stabilire la probabile traiettoria dei colpi, individuando così l'abitazione del presunto autore del gesto.
Ottenuto dall'autorità giudiziaria lecchese il decreto di perquisizione, nella giornata di ieri i poliziotti della Squadra Mobile di Lecco si sono recati a Ballabio presso l'abitazione di B.G., quarantacinquenne lecchese, dove hanno rinvenuto due carabine ad aria compressa, una delle quali utilizzata per colpire Artù.
L'autore dei ripetuti maltrattamenti è stato pertanto denunciato alla competente autorità giudiziaria per il reato di maltrattamento di animali (ex articolo 544 ter c.p.) e le due armi sottoposte a sequestro.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco