Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 50.663.909
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 12 febbraio 2018 alle 14:52

Malgrate: salta la fiera del 2 giugno. La minoranza: 'Manca la volontà politica'

Una passata edizione della fiera
Quest’anno la fiera di San Leonardo non si farà: la tradizionale ricorrenza che ogni 2 giugno, da oltre dieci anni, animava il lungolago di Malgrate con più di cento bancarelle, e con grande richiamo di pubblico, è stata sospesa. Lo ha comunicato qualche giorno fa il primo cittadino del paese Flavio Polano: “Malgrado la volontà dell’Amministrazione di portare avanti quella che era una tradizione ormai consolidata, la carenza di personale nel settore organizzativo e, più in generale, in Comune ci ha costretti a prendere questa decisione, seppur malvolentieri. Nonostante la convenzione con il Comune di Galbiate – ha proseguito Polano - l’allestimento della fiera sarebbe troppo impegnativo e oneroso da sostenere con le risorse attuali: le assenze sono numerose e noi, dati anche i vincoli alla possibilità di sostituire il personale, non siamo in grado di coprire nell’immediato queste carenze e abbiamo deciso di fermarci per un anno”.
Critico, invece, il consigliere del gruppo d’opposizione “Obiettivo Persona” Francantonio Corti, secondo cui mancherebbe, da parte dell’Amministrazione comunale, “la volontà politica di organizzare la fiera”: “Sono rimasto basito quando ho saputo che la manifestazione del 2 giugno non ci sarebbe stata, soprattutto quando ho scoperto le motivazioni della mancata organizzazione”, ha commentato Corti. “Polano è funzionario pubblico da più di trent’anni, ha la delega al settore Commercio e un’esperienza non indifferente, eppure non è in grado di portare avanti una tradizione positiva per il territorio di Malgrate come la fiera di San Leonardo, molto apprezzata e, soprattutto, consolidata anche per quanto riguarda le pratiche burocratiche necessarie per la sua preparazione, considerando che si svolge dal 2006. Il sindaco non è in grado di assumersi le proprie responsabilità e non fa che accusare gli altri: la mancanza di personale, le rigidità normative…  Negli ultimi quattro anni le condizioni del personale al Comune di Malgrate sono degenerate, l’ente è sotto organico e lui non fa nulla per rimediare alla situazione. Dovrebbe farsi un esame di coscienza: l’Amministrazione sta depauperando il patrimonio del Paese, impoverendone la tradizione. Data la sua posizione Polano ha le capacità per proseguire da solo – ha proseguito il consigliere – lo faccia, senza attribuire colpe agli altri, oppure si dimetta perché ciò che emerge dalla vicenda della fiera è una terribile inconsistenza amministrativa”.
M.C.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco