Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 50.481.879
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 12 febbraio 2018 alle 15:55

La fortuna al Casinò Campione d’Italia bacia sempre due volte

Un fine settimana di vincite al Casinò Campione d’Italia che sta attraversando un momento delicato ma tiene alto il morale grazie alla fiducia dei propri clienti, che ogni sera si presentano numerosi ai tavoli da gioco e soprattutto non perdono l’abitudine di vincere, confermando il detto che a Campione la fortuna è di casa.
Può ben dirlo una coppia di giocatori che nei giorni scorsi, alle slot machine hanno vinto oltre 42mila franchi, l’ennesimo regalo delle Super Cherry, “le signore” come la chiamano a Campione d’Italia che sanno sempre essere generose con chi le premia con la propria fedeltà.
Il primo “bacio”, del valore di 20.200 franchi è andato dritto dritto sulla fronte di un giocatore arrivato a Campione direttamente dal Canton Zugo. Un imprenditore quarantottenne che come tante altre volte si è seduto di fronte alla sua slot preferita che anche questa volta non l’ha deluso. All’ennesimo colpo la serie vincente che gli ha permesso di rendere indimenticabile la sua serata, celebrata da un brindisi a base di champagne .
Martedì 6 febbraio, un’affezionata giocatrice settantenne di Abbiategrasso è andata addirittura meglio, la Super Cherry ha premiato la sua fedeltà con una vincita di ben 22.123 franchi, pari a oltre 19mila euro. Oltre al premio le sono andati anche gli applausi degli altri clienti e dei dipendenti del Casinò Campione d’Italia, dove il sorriso non manca mai proprio come la fortuna.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco