Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 40.295.978
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 13 febbraio 2018 alle 07:51

Chiuso: processionaria in via del Sarto, rimossi i nidi

E’ stato un cittadino a segnalare agli Uffici Comunali la presenza di alcuni nidi di processionaria su alcuni alberi presenti su un terreno di proprietà comunale nei pressi di via del Sarto a Lecco, nel quartiere di Chiuso, a ridosso di alcuni condomini.
Il comune ha dunque attivato il Consorzio Forestale Lecchese che, dopo un preventivo, ha attivato le operazioni di bonifica e rimozione dei nidi dell’animale che, oltre a desfogliare piante intere, può costituire un pericolo per l’uomo e gli altri animali.  I peli urticanti dell’insetto allo stato larvale sono velenosi, e in alcuni casi fortunatamente limitati, possono provocare una grave reazione allergica. Particolarmente dannosi risultano anche per i cani.
L’intervento è stato effettuato nei giorni scorsi ed è consistito nell’ispezione di un centinaio di alberi di pino nero e pino strobo e nella successiva asportazione dei nidi individuati, compreso il taglio al piede di alcuni alberi morti o gravemente compromessi di modeste dimensioni (diametro del fusto fino a circa 15 cm).
La rimozione è stata eseguita da treeclimber certificati per il lavoro su funi in quota. I nidi rimossi dagli alberi sono stati immersi in acqua saponata, al fine di annullare l’effetto urticante delle setole e far morire le larve, quindi sono stati eliminati a cura del Consorzio.
Il costo a carico del Comune è stato di 1200 euro.
“Il Comune di Lecco ha deciso di aderire al Consorzio Forestale Lecchese e questo ci permette una maggiore capacità di intervento per la cura degli alberi e delle aree boschive” ha spiegato l’assessore all’ambiente Ezio Venturini. “Il problema della processionaria è sotto osservazione e prossimamente metteremo in campo altre azioni di bonifica in varie zone dove sono stati avvistati i nidi”.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco