Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 50.663.777
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 13 febbraio 2018 alle 08:11

Lecco, la Tari aumenta, ma Colombo denuncia: 'nemmeno il Comune sa differenziare'

La Tari per il Comune di Lecco è definitivamente aumentata. Ieri sera il Consiglio Comunale ha ratificato l’incremento già annunciato nelle scorse settimane: nel 2018 i lecchesi – famiglie e ditte – verseranno nelle casse dei Palazzo Bovara 7,9 milioni di euro, ben 700.000 euro in più rispetto all’anno passato.
Una spesa necessaria – hanno più volte ribadito dalla maggioranza – per garantire un incremento della pulizia della città e del riciclo. “Negli ultimi anni – è intervenuto l’assessore all’ambiente Ezio Venturini – la qualità della differenziata non ha subito particolari miglioramenti. Abbiamo cercato di fare un salto di qualità, separando la carta nel secchio giallo: sono convinto che a fine anno vedremo importanti benefici”.
“La qualità del sacco viola stava peggiorando e sono cambiate anche le pratiche per il recupero dei materiali. Ad esempio non esiste più soltanto “la plastica” ma diverse tipologie di plastiche, ognuna con una differente catena di riciclaggio. Non potevamo continuare a tollerare come in passato” ha spiegato il sindaco Virginio Brivio. “Sicuramente ci sono state carenze soprattutto dal punto di vista dell’informazione dei cittadini, ma i nostri errori non possono diventare le ragioni degli altri. Il Comune non può per legge nemmeno farsi carico di parte dell’aggravio dato che le spese devono essere interamente coperte con i versamenti della Tari”.

Il consigliere Colombo e il sacco non conforme immortalato

Il primo cittadino non è riuscito però a schivare la bordata del consigliere della Lega Nord Giovanni Colombo che – con tanto di fotografia appena scattata nei corridoio dei municipio – ha accusato Brivio di non fare una corretta raccolta differenziata: “Predicano ai cittadini, ma nemmeno negli uffici comunali viene fatta una corretta divisione dei rifiuti. E’ una barzelletta” è intervenuto, mostrando una foto rubata poco prima nella quale si vede un sacchetto di carta dove sono state gettate anche alcune bottigliette di plastica.
L’impianto della Tari rimane lo stesso, non vengono modificati i vari coefficienti per il calcolo.

Le opposizioni hanno fortemente criticato l’aumento, che in media sarà dal 12% rispetto al 2017: “Questa Giunta sta scrivendo il manuale della cose da non fare” è stato il sarcastico commento di Alberto Anghileri (Cambia Lecco). “Sono stati commessi una serie di errori che erano assolutamente prevedibili. Il secchio giallo è una novità giusta ma stiamo lanciando ai cittadini il messaggio che non sia che un danno, una sola tassazione fastidiosa. E’ sbagliatissimo, avremmo dovuto spiegare ai lecchesi con maggiore attenzione il perché di questa nuova modalità di raccolta, che di per sé non è sbagliata”.
“Il livello del servizio sta evidentemente peggiorando, la nostra città è più sporca” ha fatto eco Massimo Riva (5 Stelle). “Silea ha un evidente conflitto di interesse, dato che ha bisogno dei rifiuti per alimentare il forno”,

Critico anche Filippo Boscagli (Noi con l’Italia): “Non possiamo che bocciare l’aumento della Tari ma anche la qualità del servizio: le strade sono sporche e i livelli di raccolta differenziata ancora troppo bassi, un aumento così forte è assolutamente eccessivo e non giustificabile”.
I consiglieri di minoranza hanno dunque votato contro. La maggioranza ha invece approvato l’incremento della tariffa: “Non posso credere che le opposizioni siano così ingenue da credere che l’incremento della qualità del servizio non avrebbe comportato maggiori costi” ha tagliato corto Anna Sanseverino (Partito Democratico).
P.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco