Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 63.282.563
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 08 marzo 2018 alle 14:05

Daniele Nava: 'vittoria di un gruppo di amministratori che non ha eguali a livello provinciale'

"Questa vittoria è la vittoria di un gruppo di amici e di amministratori che non ha eguali in nessuna altra formazione politica a livello provinciale. E non lo diciamo noi, lo dicono i numeri: i numeri espressi dalle preferenze accordate a Mauro Piazza a queste elezioni regionali vanno al di là di ogni più rosea aspettativa. Rispetto a 5 anni fa la capienza dei voti è diminuita sia perché c'era il PDL e oggi c'è Forza Italia, sia perché allora nel PDL c'era chi oggi ha scelto altre strade come per esempio Noi con l'Italia e l'amico Filippo Boscagli che a suo tempo appoggiò la candidatura di Mauro con il suo gruppo che fa riferimento storicamente all'area politica di CL in città e non solo. Ma siamo riusciti a compensare questa capienza riuscendo ad arrivare a una cifra incredibile di preferenze che supera di gran lunga quella ottenuta da partiti che oggi hanno molto più voti di quelli che ha oggi Forza Italia".

Daniele Nava e Mauro Piazza

E' spettato all'amico di sempre, Daniele Nava, il compito di commentare per primo la rielezione di Mauro Piazza a consigliere regionale, ufficializzata solo nel tardo pomeriggio di ieri, a quasi tre giorni dalla chiusura delle urne. "Non è mai stato in dubbio nostro seggio in favore della Lega" ha però voluto subito puntualizzare l'ormai ex sottosegretario. "Ci sono state contestazioni - ma non a Lecco - che hanno portato a un ritardo incredibile nella proclamazione degli eletti. In realtà sono stati i 5 stelle che hanno ottenuto un risultato che ha creato scompiglio. Grazie all'apporto degli amici che hanno sostenuto questa candidatura lungo tutta la provincia, Forza Italia ha ottenuto il seggio: se fossimo rimasti ai dati molto bassi degli ultimi anni, non l'avremmo avuto. Il nostro reingresso ha fatto risalire il partito", concetto ripreso poi in altri passaggi e ovviamente, con tono ancor più deciso, anche dallo stesso Mauro Piazza, seduto al suo fianco dinnanzi ad una nutrita schiera di sostenitori, accorsi questa mattina presso la sede elettorale di Corso Martiri per il primo discorso pubblico della coppia che - tornando sotto il vessillo azzurro dopo il repentino abbandono di Energie per l'Italia - ha indubbiamente movimentato la campagna elettorale sulla sponda orientale del Lago di Como.

VIDEO


"Non è il tempo delle polemiche ma della verità" ha scandito Nava. "Forza Italia avrebbe potuto avere un risultato più brillante se altri piuttosto che concentrarsi sulle polemiche avessero raccolto più preferenze.  C'è chi ha mandato più comunicati stampa delle preferenze ricevute. Seconda dopo Mauro, Giusi Spezzaferri da noi scelta. Altri candidati scelti dal coordinatore provinciale pro tempore Davide Bergna con l'avvallo dell'ex ministro Brambilla hanno preso preferenza da elezioni comunali, di comuni non tanto grandi. Mauro è stato il più votato a Calolziocorte, dove si voterà a breve, nonostante ci fosse un candidato calolziese".

Daniele Nava

Proseguendo con gli esempi territoriali, evidenziando come il gruppo di amministratori creato abbia lavorato da Premana a Osnago, Nava ha rimarcato il caso di Oggiono (paese di Bergna), con 40 preferenze accordate a Piazza e solo 2 a Gagliardi (mai citato direttamente) asserendo altresì di avere dati oggettivi a riprova di come "qualcuno di Forza Italia faceva votare altri partiti per non far scattare il seggio, sapendo di non poter battere Mauro con le preferenze. Forza Italia - ha sostenuto in un altro passaggio del proprio discorso - torna ad avere una base dignitosa: missione compiuta o meglio missione iniziata". E ora ha aggiunto in sintesi bisogna mettersi al lavoro "per ricostruire il centrodestra non leghista partendo da questa base, in vista già delle amministrative di giugno, per poi arrivare a ridare dignità alla città di Lecco che, con questa Giunta, un po' l'ha persa".
A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco