Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 52.294.772
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 11 marzo 2018 alle 14:06

Tracce di me: parte dal lecchese il tour poetico di Mattia Cattaneo

Venerdì 9 marzo è partito il tour poetico del nuovo libro di Mattia Cattaneo, autore e poeta bergamasco, presso la sala conferenze del Monastero del Lavello, a Calolziocorte, per il ciclo "Incontri d'autore". Moderato dal poeta-attore Carlo Arrigoni, Cattaneo ha ripercorso il proprio cammino poetico attraverso i suoi tre libri, soffermandosi in particolare sull'ultimo, "Tracce di me", fresco di pubblicazione.
Oltre a Mattia, la serata ha visto la presenza di un altro giovane autore: Stefano D'Ubaldo. In una sala gremita soprattutto di giovani, "la poesia del cuore di Mattia si è unita con quella della testa, della mente di Stefano", come ha sottolineato l'Assessore calolziese Luca Valsecchi, che ha aperto e chiuso l'incontro.

Sabato 10 marzo Mattia si è invece spostato presso la mediateca comunale di Imbersago, sempre accompagnato da Carlo Arrigoni, dove ha presentato interamente il libro "Tracce di me": "È un'opera su cui punto molto, 130 pagine dove ho racchiuso molte tematiche precedute da mini racconti autobiografici" ha spiegato Cattaneo. "E' un viaggio nel cammino della vita, ma anche nella poesia in cui ognuno di noi lascia delle tracce sul terreno dell'esistenza".

Tra racconto e poesia, passando tra tematiche esistenziali, naturali ("Impariamo a rispettar la nostra terra, dilaniata da guerre e fenomeni naturali"), romantiche, mistiche ("Dovremmo guardar più spesso il cielo") e dei ricordi ("Il passato fa parte di noi per guardar meglio il presente), il pomeriggio è stato allietato dal suono del violoncello di Viola Valsecchi dell'associazione Archè, suonato splendidamente.
Le prossime presentazioni del tour saranno inoltre arricchite come sfondo scenografico da disegni a matita di Katia Marcolongo.

La trilogia poetica di Mattia ha così stupito ed entusiasmato il pubblico presente in sala. "Sto componendo inoltrr un romanzo, in fase di scrittura per l'anno prossimo. Con la pubblicazione cartacea poetica mi fermo qui", ha precisato l'autore.
L'atmosfera si è fatta emozionante e commossa in certi momenti dell'incontro, perchè come ricorda il poeta e scrittore Mattia Cattaneo "Noi siamo amore. Noi siamo destino".

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco