Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 57.508.881
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 11 marzo 2018 alle 16:09

Galbiate: per la festa della donna lavorano... gli uomini

I pranzi di condivisione organizzati dal Movimento Terza Età di Galbiate sono uno dei momenti conviviali più apprezzati dalle affezionate donne del sodalizio ma quando ad una simile occasione si sommano anche i festeggiamenti dedicati all'8 marzo il risultato non può che essere straordinario.


Nella piovosa domenica galbiatese il clima gioioso e solare del Centro diurno sede del sodalizio ha infatti riportato il buon umore, accogliendo decine di ospiti del gentil sesso pronte ad accomodarsi per farsi servire e riverire... dagli uomini. Con tanto di grembiule indosso, alcuni volontari galbiatesi - tra cui l'assessore Amabile Milani e il Presidente della Pro Loco Franco Martino - si sono infatti improvvisati "camerieri" per un giorno, viziando le loro signore sia con gustosi piatti sia con quelle piccole accortezze galanti che le donne meritano, non uno, ma tutti i giorni dell'anno.

"Come spesso capita abbiamo colto l'occasione della Festa della Donna per festeggiare tutti insieme in compagnia" ha commentato il Presidente del Movimento, Silvana Ginammi. "Anche questa volta abbiamo inoltre deciso di ritagliarci un piccolo momento per fare del volontariato; per questo motivo al termine del pasto organizzeremo una Tombolata il cui ricavato sarà devoluto alle suore di Santa Teresa del Bambin Gesù di Imola impegnate in una missione nella località kenyana di Kiirua, nel Meru" ha così epilogato, ricordando come, oltre ai ricavi del gioco di gruppo finale, tra i regali offerti alla missione ci saranno anche delle originali berrette fatte a mano durante i laboratori del sodalizio.

Ad aprire le danze dando ufficialmente inizio al banchetto è stata infine la preghiera guidata da don Marco, giunto per l'occasione direttamente da Villa Vergano, che nella sua semplicità è stata in grado di creare la giusta atmosfera per quel momento di unione e di festa.
F.A.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco