Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 43.886.406
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 13 aprile 2018 alle 14:12

Cambiano le 'regole' per i pacchetti turistici. Confcommercio: 'occhio, andate in agenzia'

Scuole, parrocchie, associazioni culturali e sportive, oltre a girovaghi di tutti i tipi, attenzione: entro il 1° luglio 2018 l'Italia sarà chiamata a recepire una nuova direttiva UE - la numero 2015/2302 - che imporrà obblighi, in termine di responsabilità civile e non solo, nell'organizzazione delle visite di istruzione di più giorni ma anche di pellegrinaggi così come delle gite sociali alla scoperta delle bellezze del territorio oltre ovviamente alle partenze verso mete fuori dai confini nazionali con la necessità dunque di rivolgersi a agenzie e tour operator per garantire ai partecipanti tutte le informazioni e le garanzie previste. Niente più fai da te se si ha in capo la gestione di altri soggetti, insomma, con esclusione dal campo di applicazione delle nuove prescrizioni solo per i servizi turistici di durata inferiore alle 24 ore - la classica gita fuoriporta con partenza la mattina e rientro in serata - nonché per quei servizi, senza fine di lucro, occasionali (non oltre le due volte l'anno), non pubblicizzati e solo per un numero limitato di associati, coperti comunque dalla già obbligatoria assicurazione RC base.

Bruno Gaddi e Alberto Riva

Lo scopo della nuova direttiva è quello di aggiornare la normativa in tema di pacchetti turistici, contribuendo al corretto funzionamento del mercato interno ed al conseguimento di un più elevato livello di tutela dei consumatori, il più uniforme possibile. O, per dirla con l'espressione scelta dal dottor Michele Cossa - Amministratore Delegato Borghini e Cossa, Insurance Broker, consulente di Confcommercio Lecco - "tutelare l'acquirente e arrivare all'armonizzazione, in un mercato che veda tutti i players giocare con le stesse regole". In estrema sintesi, utilizzando le parole del Presidente del Gruppo Agenzie di Viaggio di Confcommercio Lecco Bruno Gaddi, adottando la 2015/2302, a oltre vent'anni di distanza dalla 90/314/CEE, si mira al contrasto dell'illegalità in un mercato del turismo fortemente alterato, nel tempo, dal fiorire di soggetti intermediari non autorizzati e dall'avvento di internet.

Michele Cossa e Giusy Fiscella

Al turista - che, come spiegato dall'avvocato Giusy Fiscella, viene indicato nella direttiva come "il viaggiatore" - dovrà essere sottoposto al momento dell'acquisto di un pacchetto turistico o di servizi turistici collegati (vale a dire l'associazione bus+pernottamento, per fare un esempio, attraverso contratti distinti con singoli fornitori attraverso l'intervento di un professionista) una nuova modulistica e delle nuove condizioni di vendita che recepiscano i correttivi introdotti. "Deve essere consapevole di cosa sta acquistando" ha sostenuto il legale, Responsabile dell'Ufficio Sinistri Turismo di Borghini e Cossa, puntualizzando come la sottoscrizione debba dunque avvenire attraverso soggetti autorizzati, titolari di specifica licenza.
"Coloro che organizzano gite e viaggi, occhio!" ammonisce dunque il Direttore di Confcommercio Lecco Alberto Riva. "Affidatevi solo alle agenzie della vostra città e a organizzatori specializzati".
Ed in internet di chi mi devo fidare? Di chi espone gli estremi della licenza, della polizza RC, della polizia di responsabilità civile e del fondo di garanzia per l'insolvenza, la risposta corale dell'avvocato Fiscella e del dr. Cossa.  
"L'unico modo per risanare la piaga dell'illegalità è prestare tutto il nostro impegno economico e "energetico", in termini di energia profusa, per portare informazioni all'utente permettendogli di cambiare "indirizzo"" ha sostenuto Gaddi, pronto a garantire il monitoraggio di Confcommercio al rispetto delle prescrizioni, in un'ottica di garanzia del consumatore.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco