Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 48.869.567
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 13 aprile 2018 alle 18:20

Malgrate: De Lillo lascia, 'solidarietà' della minoranza

Si è dimesso nella giornata di mercoledì, anche dal ruolo di consigliere comunale, l'Assessore alla Cultura di Malgrate Carmine De Lillo, incaricato dei servizi alla famiglia e politiche sociali, volontariato, turismo e attività culturali, già in Comune dalla seconda legislatura Codega.
Ancora massimo riserbo sulle motivazioni che hanno portato ad una simile 'rottura' con l'Amministrazione: De Lillo, infatti, da tre giorni risulta irreperibile al cellulare, mentre in paese circolano diverse voci relative a presunte posizioni contrastanti dell'Assessore dimissionario rispetto alla Giunta sulla valorizzazione del centro paese da parte dei commercianti (il Comune di Malgrate ha difatti deciso di respingere le proposte per il lungolago avanzate da un gruppo di negozianti del paese e sostenute anche da Confcommercio Lecco). Il sindaco Flavio Polano ha invece parlato di "ragioni personali" che hanno portato Carmine De Lillo a prendere questa decisione: "Dovrò sentirlo, ma nella nota ufficiale pervenutaci non vi è riferimento a questioni politiche di alcun genere. Per quanto riguarda la sua sostituzione all'interno della giunta, per il momento ci ripartiremo le sue deleghe, senza tralasciarne alcuna. Per il Consiglio, invece, è già stata avviata la procedura di subentro: verrà notificata la possibilità di sostituire De Lillo al primo dei non eletti, che dovrà dare entro 48 ore la propria disponibilità, per poi insediarsi ufficialmente alla prima seduta consiliare possibile".
Nel frattempo, anche da parte della minoranza di "Obiettivo Persona" sono arrivate parole di solidarietà per una "scelta significativa" di De Lillo: "Prescindendo dalle nostre diverse visioni politiche, umanamente mi dispiace per Nuccio, una persona che ha dimostrato di essere l'unica all'interno della giunta che, a suo modo, cercava di fare qualcosa per il paese, spendendosi in prima persona", ha commentato il consigliere Francantonio Corti. "Politicamente, invece, credo che questo allontanamento sia l'ennesimo segnale di disfacimento e sconfitta di questa Amministrazione, che dimostra come al solito totale incuria nei confronti dell'interesse pubblico e dei cittadini".
M.C.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco