Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 43.887.377
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 13 aprile 2018 alle 19:17

A Novi Ligure un tour TV sui luoghi dei Promessi Sposi

Sempre alla ribalta i luoghi dei Promessi Sposi, con qualche novità ed anche una sorpresa. La sorpresa arriva da Novi Ligure, con un servizio firmato da Andrea Parodi, sulle pagine del quotidiano piemontese La Stampa.
Cinquant’anni or sono il fiume Orba, vicino a Novi Ligure, divenne l’Adda per le riprese del grande sceneggiato RAI TV con il regista Sandro Bolchi, dove l’attore lecchese Nino Castelnuovo interpretava la parte di Renzo. Il menzionato quotidiano scrive “Pochi sanno che a metà degli anni ’60 questo lembo di Piemonte che si fonde gradualmente con la Liguria, ospitò le vicende di Renzo e Lucia, di Don Rodrigo e don Abbondio, della Monaca di Monza e dell’Innominato”.

La scena dell'Addio ai Monti

Il merito di questa ambientazione o collocazione è dovuto a Sandro Bolchi, il regista e sceneggiatore dei Promessi Sposi del 1966/1967, che era nativo di Voghera. Bolchi trovò grosse difficoltà a registrare anche le pagine più lecchesi dei Promessi Sposi sulle acque o sulle rive dell’Adda, nello stesso villaggio dei pescatori di Pescarenico, o presso il convento dei Cappuccini di padre Cristoforo. La scena famosa dell’Addio Monti venne ripresa presso il castello di Lierna, ultima fase della lavorazione dello sceneggiato che passò poi, con tutto il “girato”, negli studi TV di corso Sempione in Milano, per il montaggio delle varie puntate mandate in onda la domenica sera con un sorprendente altissimo indice di ascolto e di gradimento.
Ebbene, quali sono le novità dei Promessi Sposi che arrivano da Novi Ligure, in provincia di Alessandria? Barbara Gramolotti, referente del distretto del Novese, rete territoriale che riunisce 40 Comuni per valorizzare la zona della Novese, della Val Borbera e dell’Alto Monferrato, ha reso noto che sono state riunite in un itinerario turistico tutte le riprese di eccellenza effettuate sul set dei Promessi Sposi.

Il castello di Casaleggio Boiro e il convento di Nostra Signora della Valle. Sotto, panorama della fortezza di Gavi

Vi saranno apposite manifestazioni di presentazione nelle prossime settimane, in particolare nel mese di giugno. Verranno trasmesse immagini girate nel convento seicentesco dei frati Cappuccini di Tortona, quelle ambientate presso il monastero Francescano di Nostra Signora della Valle, a Gavi, il Castello di Casaleggio Boiro e, a Novi Ligure, quella della duecentesca Pieve di Santa Maria. Sono, questi ultimi, tutti “tesori” del territorio Novese che meritano di essere conosciuti ed ammirati; e questo avviene tramite i Promessi Sposi di Sandro Bolchi, che ebbero la consulenza storica e letteraria di due eccezionali collaboratori: il grande scrittore Sandro Bacchelli ed il grande studioso manzoniano Claudio Cesare Secchi, che ebbe in proposito meriti tali da essere insignito del riconoscimento civico di San Nicolò, come cittadino onorario benemerito.
Da parte nostra ci sentiamo di aggiungere che sarebbe forse da inserire nel tour ai luoghi TV dei Promessi Sposi, anche la calata dei Lanzichenecchi. Le riprese vennero, infatti, effettuati nel Monferrato, con lo squadrone equestre del battaglione mobile Carabinieri di Milano, dopo che si era ritenuta troppo angusta la zona di Primaluna, oltre il Pioverna, in Valsassina, in particolare nel tratto ritenuto più idoneo, quello della frazione Cortabbio.
Tutto chiesto è opportuno segnalare al vice sindaco di Lecco, Francesca Bonacina, che ha ultimamente dichiarato “Vogliamo puntare a trattenere i turisti dei Promessi Sposi con un’offerta culturale che si consente di valorizzare la memoria”.
Aloisio Bonfanti
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco