Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 57.088.332
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 16 aprile 2018 alle 10:52

Olginate ospita la 3^ Prova Regionale del GPG di Scherma, oltre 650 atleti in pedana

Più di 650 ragazzi in pedana in soli due giorni: è sufficiente questo numero, probabilmente, per dare un’idea di quanto il Palazzetto Comunale “Iginio Ravasi” di Olginate fosse pieno in questo fine settimana di primavera. La palestra di via Campagnola ha infatti ospitato la terza Prova Regionale del Gran Premio Giovanissimi (GPG) di Scherma, organizzata dal Circolo di Lecco con il patrocinio del Comune di Olginate e del Comitato Regionale della Federazione Italiana Scherma per le specialità di spada, fioretto e sciabola.


Ben sedici le pedane installate sul campo di gara, per una competizione che ha "polverizzato" ogni record con la partecipazione di atleti provenienti da tutta la Lombardia, la regione che annovera parecchi dei club più prestigiosi d’Italia. Una due giorni molto intensa, di grande sport e agonismo, ma soprattutto di amicizia e di divertimento: tantissimi, come dicevamo, i bambini e i ragazzi che – protetti dalle loro divise argentate e dalle loro maschere – si sono “dati battaglia” sul parquet di Olginate, tra stoccate e difese, in una cornice di pubblico delle grandi occasioni.




Decisamente soddisfatto e orgoglioso per l’ottima riuscita della manifestazione il presidente del Circolo di Lecco Federico Bonomelli, che nella mattinata di domenica ha avuto anche l’onore di ricevere la visita a sorpresa del campione olimpico lecchese Antonio Rossi, neo-eletto sottosegretario in Consiglio Regionale con la delega ai grandi eventi sportivi, che si è intrattenuto con lo staff e la dirigenza, nonché con il "numero uno" del Comitato Regionale FIS Lombardia Maurizio Novellini.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):


Presenti, al loro fianco, anche alcuni “punti di riferimento” del Circolo di Lecco tra cui il Maestro Mirko Buenza, il pluricampione Riccardo Carmina – fresco dell’ennesima convocazione agli Europei Master – e la giovanissima atleta paralimpica Sofia Brunati, già in Nazionale, “di riposo” ma comunque ben contenta di assistere da bordocampo a un appuntamento sportivo di così grande prestigio.




Tra i bagliori luminosi delle spade e delle tute, il rumore metallico dei segnapunti – difficilmente udibile tra i decibel del tifo dei numerosi supporter che il Palazzetto di Olginate non è riuscito a contenere – ha così sancito, nel corso delle due giornate di gara, tante vittorie e altrettante sconfitte: se le une hanno fatto gridare di gioia gli atleti che hanno potuto fare rientro a casa con una medaglia al collo, o comunque con una grande soddisfazione nel cuore, le altre non hanno mancato di far sgorgare qualche lacrima amara, versata per uno sport in cui le sorti di una prova possono essere decise in un solo gesto della durata di pochi millisecondi, che può rivelarsi tanto inutile e “crudele” quanto straordinario, decisivo ed emozionante.





Da sinistra: il campione europeo Master di sciabola Riccardo Carmina, Antonio Rossi, il presidente del Circolo Scherma Lecco Federico Bonomelli, il segretario e vice presidente del Circolo Marco Rossi, il presidente FIS Lombardia Maurizio Novellini, il Maestro Mirko Buenza, l'addetto stampa del Circolo Paolo Mauri

Anche in questa occasione, il Circolo di Lecco ha fatto "man bassa" di trofei: su 19 ragazzi presenti, ben 10 hanno centrato il piazzamento nei primi 8 posti e di questi 5 sono andati a podio, tutti nella giornata di sabato nella specialità sciabola. Nella categoria maschietti Filip Germini, al suo esordio assoluto in una gara, si posiziona 14° dopo aver vinto un assalto durante il girone di qualificazione e aver perso la prima diretta contro il più esperto Ghidini (Va). Nella categoria bambine, Elisabetta Dell'Oro risulterà 5^ con una vittoria al suo attivo nel girone, mentre tra i giovanissimi si segnala il 14° posto dell'esordiente Matteo Valenza, il 6° di Lorenzo Valsecchi e il 3° di Riccardo Calvi, che perde la semifinale contro Piovella (Mi Giardino) per 8 a 10 dopo aver disputato un ottimo girone e aver vinto i successivi due scontri diretti.


Per quanto riguarda le giovanissime, ottimo secondo posto per Arianna Cantatore che arriva alla finale dopo una gara molto bella (10 - 6 e 10 - 3 i suoi punteggi nelle dirette) arrendendosi alla fortissima Minonzio (Va) col punteggio di 1 a 10. Buona gara anche per Ilaria Maugeri, che sarà terza, e per Arianna Riva, quinta. Passando alla categoria ragazzi/allievi, Davide Calvi conquista il 7° posto venendo fermato nella sua corsa verso il podio dopo un assalto molto combattuto da Orlandi (Va) col punteggio di 12 a 15. Michelangelo Piolini purtroppo si classifica solo 13° venendo battuto da Bellodi (Mi Pro) per 9 a 15; sicuramente non una giornata fortunata per Michelangelo che non tira al meglio delle sue potenzialità. Nella categoria ragazze/allieve un altro podio, questa volta ex aequo, per Marina Maugeri e Francesca Mapelli. Le due giovani atlete lecchesi saranno infatti terze fermandosi in semifinale rispettivamente col punteggio di 11 a 15 e 7 a 15. Nella stessa gara 5° posto per Egle Tacchini, la migliore della classe 2005.




Passando alla spada, Jacopo Mazzeo, Matteo Valsecchi e Andrea Gheza (quest'ultimo all'esordio assoluto) nella categoria ragazzi/allievi si piazzano rispettivamente 49°, 63° e 101° in classifica finale. Jacopo e Matteo superano agevolmente la prima diretta ma subiscono una battuta d'arresto alla successiva per i 32. Nella categoria giovanissime di spada, Marialuisa Bicchieri dopo aver disputato un buon girone con tre vittorie perde la prima diretta col punteggio di 9 a 10 contro Giardini (Mi Pro) e non andrà oltre il 21° posto, dimostrando comunque grandi miglioramenti rispetto alle gare precedenti. Nella giornata di domenica è toccato, infine, anche alla categoria giovanissimi di spada, nella quale si segnala l'esordio di Francesco Valenza, che dopo aver vinto due assalti nel girone si ferma alla prima diretta; stessa sorte finale anche per Edoardo Spreafico. Si piazzeranno rispettivamente 45° e 58° in graduatoria finale.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco