Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 54.044.454
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 14 maggio 2018 alle 10:24

Pescate: un pomeriggio tutto dedicato a Fido con 'Quattro Zampe al Parco'

È stato un pomeriggio all'insegna del rapporto cane padrone quello di ieri a Pescate: dalle 14:30 infatti, il parco "Addio Monti" è stato letteralmente invaso da decine di amici pelosotti, protagonisti di una domenica un po' particolare. L'evento "Quattro zampe al parco", organizzato grazie al lavoro della biblioteca comunale, ha coinvolto infatti più associazioni ed enti preposti alla cura e al rispetto nei confronti dei cani e degli animali in generale.

Fin dal primo pomeriggio è stato possibile per chiunque volesse, far provare al proprio cane un percorso di Mobility Dog, consistente in una serie di ostacoli accessibili a esemplari più o meno atletici. Il percorso è stato possibile grazie anche alla presenza di educatori cinofili di OIPA, l'Organizzazione Internazionale Protezione Animali, che si occupano di protezionismo, formazione ed informazione riguardante gli animali, senza discriminazioni.
Le Guardie eco zoofile dell’Oipa di Lecco sono agenti di polizia amministrativa e giudiziaria che intervengono direttamente sul territorio dopo segnalazioni di privati principalmente. Sono le uniche che, autorizzate da decreto del Prefetto, possono intervenire in casi di maltrattamenti o in situazioni dubbie, eventualmente insieme alle forze dell’ordine e ad ATS.
Inoltre, l'OIPA organizza corsi nelle scuole suddivisi in livelli d'età e di complessità, che spaziano dai primi approcci, all'alimentazione, dalla conversazione al bracconaggio.

Dalle 15.30 è stato invece possibile eseguire, grazie all'associazione "Toby Dog", un percorso di Agility Dog e Rally Obedience, dove padrone e cane hanno avuto l'occasione di dimostrare la propria abilità e la loro coordinazione in un percorso ad ostacoli sulla falsa riga di quelli ippici, con l'obbiettivo di percorrerlo nell'ordine previsto, nel minor tempo possibile e senza ricevere penalità.
VIDEO


Presenti con uno stand anche i volontari del Canile di Merate, che hanno sfruttato l'occasione per far conoscere i loro ospiti da adottare, in modo tale da dare loro una seconda opportunità; inoltre, con la vendita di gadget per cani di vario genere e di biglietti della lotteria, hanno cercato autofinanziamenti per offrire sempre migliori condizioni e opportunità ai vari "fido" che vivono nella struttura meratese. Grazie anche a questi banchetti per la raccolta fondi e al lavoro incessante dei più di trenta volontari presenti nella struttura, gli ospiti, dai 228 che erano all'apertura sono scesi ad una sessantina. "Questo è stato possibile grazie anche ad un certo tipo di mentalità che è profondamente cambiata e all'avvento del microchip: prima vi era meno responsabilità nelle adozioni, motivate esclusivamente dalla moda del periodo o dal desiderio di compagnia di un figlio piccolo che poi, divenuto adolescente, non dedica più la stessa cura e affetto al cane; ora, invece, le persone cominciano a fare adozioni più responsabili, ci si pensa di più, anche grazie alla preparazione del volontario che sa indicare il tipo di cane (razza, taglia..) più adeguato al tipo di famiglia che vuole adottare" così ci spiega una volontaria del canile meratese, che ha vissuto lo sviluppo della struttura fin dai suoi albori.

L'ultima attività del pomeriggio è stata infine la sfilata a cura di Zampamica2010, rivolta a cani e padroni di ogni taglia, razza ed età. Con un'offerta minima di otto euro, più di una trentina di partecipanti hanno sfilato di fronte ad una giuria composta da bambini, che hanno decretato i vincitori del pomeriggio, ai quali sono stati consegnati piccoli premi.

Presente durante il pomeriggio di ieri anche l'Associazione Pro Parco di Lecco. Gli sforzi maggiori del sodalizio sono rivolti alla costruzione di una nuova e moderna struttura, dopo la chiusura della vetusta realtà di via Rosmini; "in collaborazione con l'amministrazione comunale, riguardo a questo tema, abbiamo organizzato per il 15 sera una conferenza in Sala Ticozzi" ci spiega un volontario, sottolineando l'importanza di avere una zona adibita a queste funzioni sul suolo lecchese.
A.A.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco