Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 50.545.347
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 14 maggio 2018 alle 17:44

Pericolo processionaria a Colico: multe fino a 500€ per mancata verifica

Un nido di processionaria
Con la fine della primavera arriva il pericolo processionaria: una minaccia e un rischio per la salute delle persone e degli animali. Per prevenire l'insorgenza e la proliferazione dei nidi bianchi di seta e le larve mature, il comune di Colico ha emesso un apposito provvedimento sindacale che ordina a tutti i proprietari, amministratori di condominio o gestori  di aree verdi private sul territorio comunale di effettuare prima del termine della stagione primaverile, le opportune verifiche sui propri alberi. I tipici nidi sono solitamente presenti sulle parti apicali e assolate delle chiome degli alberi.
Tra le specie più a rischio troviamo il Pino nero (Pinus nigra), il Pino silvestre (Pinus sylvestris), il pino strobo (Pinus strobus), senza però trascurare altre aghifoglie, come il Cedro dell’Himalaia (Cedrus deodara), il cedro dell’Atlante (Cedrus atlantica), il larice (Larix decidua) ed altri congeneri.
Una volta individuati i nidi, i soggetti interessati dovranno provvedere alla loro rimozione e e distruzione. Per attivare la procedura di profilassi è consigliato rivolgendosi a personale idoneamente attrezzato con assoluto divieto di depositare i nidi di processionaria nelle varie frazioni di rifiuti. In caso di inosservanza del provvedimento, si si rischia una sanzione amministrativa tra 25 e 500 euro.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco