Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 46.075.620
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 15 maggio 2018 alle 13:13

Provincia: il bilancio di un'anno di attività del Difensore Civico, avv. Sala

L'avvocato Manuela Sala
Il Difensore Civico territoriale, avvocato Manuela Sala, ha presentato la relazione sull'attività svolta nel 2017 a partire dal 26 aprile, quando il Consiglio provinciale l'ha confermata nel ruolo fino al termine dell'attuale mandato del Consiglio stesso.
I Comuni che hanno stipulato apposita convenzione per avvalersi del servizio di difesa civica offerto dalla Provincia di Lecco sono passati dai 55 dal 2016 (Abbadia Lariana, Airuno, Annone Brianza, Barzago, Barzio, Bellano, Bosisio Parini, Calco, Calolziocorte, Carenno, Casargo, Casatenovo, Cassina Valsassina, Cernusco Lombardone, Cesana Brianza, Colico, Colle Brianza, Costa Masnaga, Crandola Valsassina, Cremella, Cremeno, Dolzago, Dorio, Galbiate, Garbagnate Monastero, Introbio, Introzzo, Lecco, Lierna, Lomagna, Malgrate, Mandello del Lario, Margno, Missaglia, Moggio, Molteno, Montevecchia, Nibionno, Oliveto Lario, Osnago, Paderno d'Adda, Parlasco, Pasturo, Premana, Primaluna, Rogeno, Sueglio, Suello, Taceno, Tremenico, Valmadrera, Vendrogno, Vercurago, Vestreno) ai 57 del 2017, poiché si sono aggiunti i Comuni di Civate e di Ello.
Come già avvenuto nel 2016, nonostante la competenza del Difensore Civico territoriale si estenda a vertenze fra cittadini dei Comuni convenzionati con una Pubblica Amministrazione, si è cercato di fornire opportune indicazioni per procedere alla soluzione della questione di interesse anche ai residenti degli enti locali non convenzionati.
Nel corso del 2017 (aprile-dicembre) le richieste di intervento del Difensore Civico territoriale sono state 26, di cui 3 non trattate in quanto inerenti rapporti giuridici fra soggetti privati o rapporti esulanti dalla competenza per materia del Difensore Civico; delle pratiche aperte, 17 sono state definite.
Le materie oggetto delle richieste di intervento sono state: accertamenti tributari 2, accesso atti 4, concessione pubblica 2, edilizia e urbanistica 3, espropriazione per pubblica utilità 2, occupazione area demaniale 1, previdenza sociale 1, procedure selettive 1, responsabilità contrattuale 1, responsabilità extracontrattuale 1, servizio raccolta differenziata 1, usi civici 1, viabilità e servizio pulizia strade 2.
Rimane in vigore la convenzione approvata il 22 ottobre 2015 per l'estensione delle funzioni ai Comuni del territorio; per i Comuni non convenzionati è possibile aderire alla proposta di estensione del servizio di Difesa Civica Territoriale mediante la sottoscrizione della convenzione che disciplina gli aspetti della collaborazione.
Restano invariate le quote annuali che ciascun ente dovrà corrispondere alla Provincia di Lecco: 100 euro per Comuni fino a 5.000 abitanti, 200 euro per Comuni oltre i 5.000 abitanti e per le Comunità Montane.
"La Provincia di Lecco - commenta il Presidente Flavio Polano - promuove la figura del Difensore Civico territoriale perché assolve le funzioni di garanzia, tutela e promozione dei diritti dei cittadini nei confronti della Pubblica Amministrazione, come istituzione di collegamento per favorire una partecipazione concreta e più consapevole dei cittadini alla vita amministrativa, anche per una maggiore trasparenza dell'azione amministrativa. Come emerso dalla relazione sull'attività esercitata nel 2017, il Difensore Civico territoriale ha svolto il proprio ruolo con impegno e competenza".
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco