Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 50.438.256
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 16 maggio 2018 alle 11:01

Garlate: 'ok' al rendiconto e alla variazione di bilancio, ma per la minoranza 'c'è crisi del 7° anno'

È stato approvato dal Consiglio Comunale di Garlate riunitosi in Aula nella serata di ieri, martedì 15 maggio, il rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario del 2017: dodici mesi, a detta del gruppo di opposizione “Alleanza per Garlate”, che ha espresso un voto contrario al punto all’ordine del giorno, “perlopiù caratterizzati da interventi di ordinaria amministrazione, in cui forse la maggioranza ha un po’ risentito di una crisi del settimo anno”. Non è stato dello stesso avviso, chiaramente, il sindaco Giuseppe Conti, che ha esordito parlando di “un quadro sostanzialmente in linea con quello degli ultimi tempi”, nonché di “un bilancio sano, ma inevitabilmente poco elastico, per il quale si è continuamente ricercato un equilibrio grazie anche a un importante lavoro svolto mano a mano dagli uffici”.



L’assise consiliare

“Il nostro rendiconto” ha proseguito il borgomastro “è frutto di un’attenta e continua ricognizione delle entrate e delle uscite, che ci ha consentito di non apportare nessuna modifica sul fronte tributario e, allo stesso tempo, di impegnarci nel recupero dell’evasione. Posso dire che siamo molto soddisfatti di quanto siamo riusciti a fare nel 2017, a partire dagli interventi in via Gambate e sull’alveo del torrente Molina, finalizzati a prevenire il rischio idrogeologico, così come dalla realizzazione di nuove isole spartitraffico e passaggi pedonali protetti. A tutto ciò si devono aggiungere le molteplici manutenzioni ordinarie e straordinarie finanziate strada facendo nel corso dei mesi. Chiaramente, poi, non è possibile costruire ogni anno una palestra o una scuola: forse il nostro paese è stato abituato troppo bene finora…”.

Contrari, come dicevamo, i tre consiglieri di minoranza, che prima di dichiarare il loro voto hanno sollevato diverse domande e richieste di delucidazioni sia su aspetti meramente tecnici e formali legati al rendiconto di gestione, sia su tematiche “calde” quali la segnaletica stradale, la pista ciclopedonale, la sicurezza complessiva e l’incasso delle varie sanzioni comminate.



Il sindaco Giuseppe Conti

“Certamente il 2017 non è stato l’anno migliore per questa Amministrazione, che si è limitata a mantenere il bilancio in ordine e a garantire tutti i servizi ai cittadini” hanno commentato Daniele Cortenova, Omar Riva e Dario Colombo. “In ogni caso, siamo i primi a riconoscere il buon lavoro svolto attraverso importanti opere quali, per esempio, la manutenzione dell’alveo del torrente Molina, mentre ci restano ancora parecchi dubbi sul fronte della sicurezza, stradale e non solo”. Mentre i suoi due colleghi hanno optato per un’astensione, il capogruppo di opposizione Daniele Cortenova ha “bocciato” anche una variazione al bilancio di previsione 2018-20 che, come ha spiegato il sindaco Giuseppe Conti, “consentirà di utilizzare, grazie all’apertura di nuovi spazi finanziari da parte dello Stato e della Regione, ben 450.000 euro di avanzo di amministrazione per vari interventi resisi necessari per migliorare la vivibilità complessiva di Garlate. In questi investimenti sono compresi anche quelli per la sistemazione del parcheggio di via Puncia e per la realizzazione dei nuovi colombari al cimitero, che saranno inseriti a bilancio in seguito perché, superando la soglia dei 100.000 euro, richiedono una modifica anche al Piano delle Opere Pubbliche. A breve – ha concluso il primo cittadino – potremo inoltre beneficiare di un’entrata di circa 80.000 euro di dividendi straordinari di Lario Reti Holding, che “dirotteremo” subito su alcuni lavori prioritari tra cui, in primis, il miglioramento della segnaletica orizzontale, al quale destineremo, probabilmente nel periodo estivo, una somma vicina ai 23.000 euro (il primo dei due lotti di tale progetto è stato portato a termine proprio pochi giorni fa, ndr.).



Il gruppo di opposizione. Da sinistra Dario Colombo, Omar Riva, Daniele Cortenova

Segnaletica che, peraltro, è stata anche al centro di un’interpellanza presentata da “Alleanza per Garlate” proprio per avere delucidazioni in merito alle tempistiche di eventuali interventi finalizzati a risolvere “vistose carenze relative alla sicurezza stradale”: a questo proposito, è stato ancora il sindaco ad assicurare che “esiste un preciso piano di rinnovamento, supportato da una serie di piccole migliorie messe in campo di volta in volta a seconda delle necessità contingenti”. Restando nell’ambito della sicurezza, seppur ampliando un po’ la prospettiva, Giuseppe Conti ha poi risposto anche a un’ulteriore interrogazione del gruppo di minoranza relativa alle telecamere presenti sul territorio comunale, di cui si è richiesto un “censimento” per capire quante, quali e in che modo siano effettivamente operative. “Per il momento a Garlate non è attiva una vera e propria “rete” di videosorveglianza in grado di mettere a nostra completa disposizione immagini e “frame”, anche a causa delle rigidissime norme sulla privacy” ha dichiarato il borgomastro. “Occhi elettronici sono comunque presenti in Piazza Vittorio Veneto, in via Manzoni e in via Galbiate, oltre che nelle zone del cimitero e del Municipio e sulla strada provinciale, nei pressi della rotonda del “Ruminon”. Chiaramente, in futuro, si potrebbe pensare ad altri investimenti, ma soltanto nel caso in cui ci fosse garantita la possibilità di creare “collegamenti” davvero utili ed efficaci, magari anche “in rete” con alcuni paesi limitrofi”.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco