Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 50.438.249
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 16 maggio 2018 alle 12:42

Lecco: il Prefetto convoca forze di polizia, regione, Trenord e RFI per la sicurezza

Un incontro tra le principali forze dell'ordine e istituzioni della provincia per affrontare il tema della sicurezza sui treni, a seguito dei recenti e gravi episodi consumatisi sulle nostre tratte, e individuare ulteriori misure finalizzate alla prevenzione e alla tutela dell'utenza.

Il tavolo convocato in prefettura. Al centro Sua Eccellenza Liliana Baccari

Al tavolo, che si è tenutolo scorso 15 maggio su iniziativa del Prefetto dottoressa Liliana Baccari, hanno preso parte i vertici delle forze di Polizia, i rappresentanti della Polfer di Lecco e Milano, gli assessori regionali alle infrastrutture e trasporti Claudia Maria Terzi e alla sicurezza Riccardo De Corato, il direttore generale della sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Fabrizio Cristalli, il dirigente del servizio ferroviario regionale Massimo Dell'Acqua, l'AD di Trenord Cinzia Farisè con direttore security Andrea Galletta, direttore comunicazioni e marketing Paolo Garavaglia, il responsabile unità linee nord di RFI Luigi Bagnoli, il responsabile territoriale e servizi Carmine Amodeo e quello per la protezione aziendale Claudio Palmizio.
Nella sua introduzione il Prefetto sua eccellenza dottoressa Liliana Baccari ha ribadito la necessità di far convergere le azioni di tutti affinchè si possa tutelare la sicurezza, quale bene pubblico fondamentale, e ha invitato i presenti a condividere soluzioni strutturali valide prima e indipendentemente dai fenomeni criminosi verificatisi.
L'amministratore delegato di Trenord ha illustrato le numerose iniziative che, nel medio e lungo termine, la società intende intraprendere. Tra queste si segnalano la presenza di guardie particolari giurate a bordo dei treni, nuovi dispositivi di registrazione e in particolare telecamere portatili che potranno essere poste a disposizione del personale di bordo, applicazioni dedicate all'individuazione estemporanea di richieste di intervento.
Da parte sua RFI ha confermato l'avvio di diversi progetti per dotare le stazioni di sistemi di difesa passiva e per completare i circuiti di videosorveglianza interni alle strutture. Si è detta altresì disponibile a dialogare a 360° con la Prefettura per condividere soluzioni appropriate per la gestione del problema.
La Regione ha condiviso con il Prefetto la possibilità di dar vita a un patto locale di sicurezza urbana con attenzione alla tutela dei passeggeri sui treni e nelle stazioni, con una sperimentazione a partire dalle tratte che evidenziano i profili maggiormente critici.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco