Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 46.075.298
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 18 maggio 2018 alle 08:53

Lecco, scuola-Comune: confermati il supporto al CPL e il protocollo per l'alternanza

Valeria Cattaneo, Salvatore Rizzolino e
la presidente di commissione Anna Niccolai
La scuola è stata al centro della commissione IV riunitasi ieri sera. Il primo tema affrontato è stato il rinnovo dell'accordo di rete e di partenariato con il Centro di Promozione della Legalità che vede l'istituto Bertacchi come ente capofila. "Il Comune ha aderito fin da subito al progetto creato nel 2015 e adesso stiamo andando convintamente a rinnovare il protocollo, il quale non presenta differenze rispetto a quello sottoscritto tre anni fa. C'è solo una richiesta in più: quella di poter costruire percorsi di alternanza scuola lavoro con il Comune per quanto riguarda le procedure che noi mettiamo in campo ai fini della sicurezza e della trasparenza" ha spiegato Salvatore Rizzolino, assessore all'Istruzione.
Ad illustrare ai commissari le attività del Cpl è stata Valeria Cattaneo, insegnante del Bertacchi e referente del progetto: "A gennaio del 2015 eravamo sei scuole aderenti, oggi siamo in 23 (Bertacchi, Parini, Grassi, Viganò di Merate, Greppi di Monticello, IC Lecco 1, Lecco 2 e Lecco 3, Stoppani, Manzoni, Agnesi di Merate, Badoni, Fiocchi, IC Carducci di Olginate, Medardo Rosso, Aldo Moro, Ics di Cremeno, Cpia di Lecco, Bachelet di Oggiono e Maria Ausiliatrice di Lecco, più altri quattro istituti che stanno firmando l'accordo in questi giorni) assieme ad una serie di istituzioni (Prefettura, Provincia, Comune di Lecco, Ambito territoriale, Consulta provinciale degli studenti, Confcommercio, Unicef, First Social Life, di Roma, Arci, Libera, L'Arcobaleno, Noibertacchi, Legambiente e l'Associazione nazionale Carabinieri sezione di Olginate). A noi docenti interessa far capire ai ragazzi che la legalità passa attraverso la formazione, l'informazione e l'azione". Decine le iniziative promosse dalla rete in questi anni: i campi antimafia per i ragazzi, i momenti di approfondimento con le forze dell'ordine, manifestazioni in cui è stato coinvolto l'intero territorio, per un totale di 31 eventi.
I consiglieri comunali presenti, in particolare Alberto Anghileri (Sinistra cambia Lecco) e Dario Spreafico (Vivere Lecco) hanno segnalato come "ai ragazzi manchi il senso partecipativo nei confronti della comunità" e come sia avvertito distante il "tema della legalità da quello del lavoro" ad esempio. Mentre Paola Perossi (Ncd) ha chiesto "quali sono i progetti legati al tema della droghe leggere? I ragazzi sono ancora molto impreparati sul tema, c'è tra loro l'idea che alcune droghe non facciano male, sta diventando un'emergenza educativa". A rispondere ai temi posti ancora la professoressa Cattaneo: "Oltre al tema delle droghe leggere c'è anche l'alcol a rappresentare un'urgenza. Il punto è che le direttive della Regione Lombardia - che finanzia il progetto attraverso un accordo quadro - prevedono di finanziare solo interventi legati all'anti-criminalità organizzata e anti-corruzione nella pubblica amministrazione, altri interventi li possiamo fare ma devono essere finanziati in un altro modo. L'urgenza in ogni caso c'è e vogliamo farcene carico. Stiamo anche implementando dei progetti che coinvolgano i ragazzi nel farli prendere cura della propria città assieme ad altri soggetti del territorio. Uno di questi è il recupero e la riqualifica di via Ferriera con ragazzi del Badoni, del Fiocchi, del Parini e il contributo degli studenti del Medardo Rosso e dell'ex Bovara. Un altro progetto prevede che studenti e migranti lavorini sul territorio insieme, con interventi utili alla città".
Restando in tema di sinergie, Rizzolino ha illustrato ai commissari le esperienze di alternanza scuola lavoro degli studenti delle scuole secondarie di II grado cittadine nei servizi del Comune di Lecco in vista del rinnovo del protocollo: "Sono state 15 le convenzione stipulate con le scuole per un totale di 36 progetti e 776 alunni che sono passati dagli uffici comunali. I settori più interessati sono stati i servizi sociali, che ha coinvolti i ragazzi in moltissimi progetti con il Giglio; il settore Cultura in tutte le sue diramazioni come la biblioteca, il sistema museale, il settore delle mostre e dei convegni; il settore Ambiente e Comunicazione. Son stati esclusi solo i settori estremamente tecnici, così come hanno deciso le scuole". Paola Perossi ha sottolineato che avrebbe preferito che il protocollo, prima di essere firmato dal sindaco, fosse sottoposto ai presidi delle scuole per valutare eventuali cambiamenti da concordare, ma l'assessore ha assicurato che "nel triennio scorso abbiamo accolto tutti i progetti proposti, se qualcuno non è andato in porto è stato per questioni di merito e non per cavilli o problemi tecnici del protocollo".
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco