Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 47.351.374
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 10 giugno 2018 alle 21:03

Lecco: dopo 36 ore si chiude la Maratona del Calcio. Obiettivo pullmino raggiunto

Dopo 36 ore di corse col pallone tra i piedi, decine di squadre a darsi il cambio sul manto verde ed altrettante reti segnate, la sesta edizione dell'intramontabile "Maratona del Calcio" si è conclusa come da copione con l'ingresso in campo dell'Amministrazione Comunale in divisa verde, questa volta in campo senza il sindaco Virginio Brivio, suo rituale "capitano". Se da una parte le autorità gareggiavano in rappresentanza del caloroso ed accogliente sud Italia, dall'altra parte, oltre la linea di metà campo, è intervenuta invece l'Associazione Italiana Arbitri, pronta a giocare in nome del settentrione.
Nonostante l'avvincente sfida alla rincorsa del gol, non sono bastati gli sforzi del Mezzogiorno per recuperare i 12 punti di distacco con gli avversari del Nord, il quale si è così di diritto aggiudicato la vittoria del torneo.


La formazione degli amministratori lecchesi

Con il viso provato dalle 36 ore non-stop ma il sorriso orgoglioso di chi si è portato a casa un altro indiscutibile successo, il responsabile Luca Dossi ha così espresso in poche parole il ringraziamento a tutte quelle persone che hanno sancito l'ennesima riuscita della Maratona: dagli organizzatori alle autorità, dai cuochi ai simpatici telecronisti, proseguendo con i fotografi della Rusconi Entertainment che hanno impresso sull'obiettivo i sorrisi dei calciatori e, da ultimi, proprio loro: l'anima "in tacchetti" della manifestazione e l'enorme rete di mani generose che hanno portato al raggiungimento dell'ambizioso obiettivo di quest'anno.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):


"È stata questione di un attimo, lo stesso in cui i nostri ospiti hanno realizzato che il pulmino davanti ai loro occhi era loro. L'obiettivo per cui centinaia di persone hanno lavorato per mesi è stato raggiunto e vedere gli occhi lucidi dei giocatori della Nazionale Terremotati è stato un privilegio ed un grande onore" ha commentato soddisfatto il primo cittadino al momento della consegna del riconoscimento. "Un incontro importante con i ragazzi della squadra, uno di quelli che ti fa ripensare la scala di valori della vita, ti fa tornare a casa la sera dopo aver cenato in loro compagnia con la voglia di dare un bacio e una carezza ai tuoi figli, una risposta del territorio che ti rende orgoglioso di esserne parte integrante. Il ringraziamento va a chi ci ha creduto, ha fatto un pezzettino di strada e ha portato il progetto fino al raggiungimento dell'obiettivo. A questi uomini coraggiosi, che vanno in giro per l'Italia per raccontare le loro storie, va il nostro sostegno e la nostra stima e certamente il nostro impegno per non farli sentire mai più soli".
Articoli correlati:
09.06.2018 - Lecco: prime ore della 6^ Maratona del Calcio, 1.100 giocatori e 72 squadre in campo con un testimonial d'eccezione, Paolo Maldini
F.A.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco